25 novembre: la Versilia per la Giornata contro la violenza sulle donne

Spettacoli teatrali, film, flash mob, mostre: tante iniziative nei comuni della Versilia per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

di redazione

 

Nei primi nove mesi del 2018 i femminicidi in Italia erano 65: ogni due giorni una donna viene uccisa. Sono i casi più drammatici ed eclatanti, ma la violenza sulle donne, nella grande maggior parte dei casi in famiglia, entro la coppia, è una realtà quotidiana per tante, troppe vittime.

E non solo in Italia, naturalmente.

Nel 1999 l’Onu ha istituito la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: il 25 novembre di ogni anno, questa è un’occasione per riflettere, per ricordare, per cercare soluzioni.

La giornata sarà celebrata anche in Versilia con moltissime iniziative: mostre, spettacoli, film, flash mob… ecco una breve guida.

 

Gli abiti dello stupro a Pietrasanta

Nel Chiostro di Sant’Agostino il Comune di Pietrasanta  ospiterà la mostra Come eri vestita?. Ideata dall’Università del Kansas, e riproposta in Italia dall’associazione Libere Sinergie, la mostra espone semplicemente le repliche degli abiti indossati dalle vittime quando hanno subito uno stupro.

L’iniziativa si svolgerà sabato 24 e domenica 25 novembre, e sarà accompagnata da incontri, dibattiti e dimostrazioni di autodifesa.

 

Viareggio: Lucia Annibali e 20 grandi donne

Viareggio dedica ampio spazio alla Giornata. Al teatro Jenco si potrà assistere a due eventi.
Nel pomeriggio, alle 18, attori ed esponenti delle associazioni impegnate contro la violenza sulle donne si alterneranno sul palco nella lettura di Io ci sono, il romanzo di Lucia Annibali.

Avvocata e politica, Annibali racconta la propria vita e la propria dolorosa esperienza, dopo l’aggressione con l’acido da parte del suo ex fidanzato.

Alle 21 andrà in scena A proposito di donne, scritto e diretto da Mauro Monni. 20 donne raccontano e interpretano le vite di 20 figure femminili che, col loro esempio, hanno lasciato (a volte inconsapevolmente) un segno indelebile. Margherita Hack, Alda Merini, Anna Marchesini, Lady Diana, Rosa Parks, le nonne di Plaza de Mayo, Frida Kahlo, Mia Martini, Anna Magnani, Greta Garbo… In brevi monologhi le interpreti restituiscono eventi o stati d’animo che hanno caratterizzato la vita delle protagoniste.

 

Forte… nel rispetto

Fotografie, spettacoli e un convegno nel programma di Forte dei Marmi.

Fino al 25 novembre, nel Giardino verticale di Palazzo Quartieri, sono esposti gli 11 scatti finalisti del concorso fotografico Forte… nel rispetto. I fotoamatori si sono sfidati sul tema del rispetto in ogni sua possibile declinazione.

Giovedì 22 novembre a Villa Bertelli è in programma un seminario dal titolo I manipolatori affettivi. Interverranno Roberta Bruzzone, criminologa e psicologa forense, Maria Cristina Ciace, avvocata penalista, e Marika Perli, psicologa e psicoterapeuta. Presiederà l’incontro, moderato dal sociologo Francesco Castrucci, la Presidente della Fondazione Tanghetti & Chiarli Onlus, Katia Chiari.

Domenica 25, alle 21, nella Sala Mutuo Soccorso (via Montauti), l’attrice e autrice Elisabetta Salvatori rappresenterà lo spettacolo Come lo scambio dei treni, che racconta la vita di Madeleine Delbrel, poetessa e assistente sociale francese vissuta fra il 1904 e il 1964.

Giovedì 29, infine, la Bottega del teatro metterà in scena lo spettacolo Polvere, di Sergio La Ruina. Ore 21, Auditorium Guidi (via Padre Ignazio da Carrara 85).

 

Cinema: Nome di donna a Seravezza

Il Comune di Seravezza accende i riflettori su un aspetto particolare della violenza sulle donne, quello della molestia nei luoghi di lavoro.

Sabato 24 novembre, alle Scuderie Granducali, si potrà assistere gratuitamente al film Nome di donna di Marco Tullio Giordana, con Cristiana Capotondi, Adriana Asti e Valerio Binasco (ore 17).

Nina, la protagonista del film è una giovane donna che trova lavoro in una residenza per anziani. Qui dovrà affrontare non soltanto le avance sessuali e l’abuso di potere del direttore, ma anche l’omertà delle colleghe.

 

Al Goldoni il film L’affido

Lunedì 26 novembre, alle 10 per le scuole e alle 21 per il pubblico, il cinema Goldoni propone il film L’affido – Una storia di violenza, di Xavier Legrand. L’iniziativa, che prevede un dibattito al termine delle proiezioni, è della Casa delle Donne di Viareggio e del Coordinamento provinciale Spi Cgil.

Il film è stato premiato a Venezia 2017 con il Leone d’argento, Premio speciale per la regia e il Leone del futuro – Premio opera prima Luigi De Laurentiis.

E narra una storia di violenza domestica, fisica e psicologica, degli abusi di un padre e marito verso il figlio undicenne e la ex moglie.

 

Il flash mob di Camaiore

Sabato 24 novembre, alle 16,30 in piazza San Bernardino da Siena, Camaiore ospiterà il flash mob aperto a tutti I wanna be yours, organizzato in collaborazione con La Bottega del Teatro.

L’appuntamento sarà preceduto dalle prove, che si svolgeranno mercoledì 21 alle ore 21 in via Sant’Ambrogio 5 a Viareggio, oppure venerdì 16 alle 19 all’Asilo Arcobaleno di Camaiore (via Andreuccetti) a Camaiore.

I partecipanti sono invitati a indossare una maglia bianca con un accessorio di colore rosso (bandana, foulard, guanti, scarpe…).

Il flash mob di sabato sarà introdotto dal Centro Antiviolenza della Versilia che illustrerà le proprie iniziative.

 

Reading al Lettera 22

Il caffè letterario Lettera 22 di Viareggio ospita, domenica 25 alle 18, un reading a cura di Giovane Holden Edizioni contro la violenza di genere. Una violenza, ricordano gli organizzatori, che colpisce le donne di tutti i paesi del mondo, a prescindere dall’appartenenza sociale, culturale, politica, religiosa, dal colore della pelle e dalla nazionalità. In Italia, ogni 12 secondi una donna è vittima di violenza di genere – fisica, verbale e psicologica. Dall’inizio dell’anno sono state uccise 116 donne di cui circa il 72% percento nel contesto familiare e affettivo.

Il reading si propone come momento e occasione di riflessione perché è un dovere etico non voltarsi dall’altra parte. Ognuno potrà leggere testi editi o inediti sul tema.