A Camaiore il premio letterario Francesco Belluomini

Sabato 14 settembre all’Una Hotel di Lido di Camaiore, serata finale del 31° Premio Letterario Camaiore – Francesco Belluomini

 

Sarà proclamato sabato 14 settembre il vincitore della 31a edizione del Premio letterario Camaiore – Francesco Belluomini. A sceglierlo, nella cinquina di finalisti selezionati dalla giuria tecnica, sarà la giuria popolare.

La serata finale si terrà, a partire dalle 21, all’Una Hotel Versilia di Lido di Camaiore, e sarà presentata dal giornalista Rai Alberto Severi.

 

I finalisti

I finalisti, tra cui sarà scelto il vincitore, sono Daniele Cavicchia con Il guscio delle cose (Passigli), Gilberto Isella con Arepo (Book), Giovanna Rosadini con Fioriture capovolte (Giulio Einaudi), Maurizio Soldini con Lo spolverio delle meccaniche terrestri (Il Convivio) e Ida Travi con Tasàr, animale sotto la neve (Moretti&Vitali).

La selezione delle opere, da parte della giuria tecnica, presieduta dalla compagna di vita di Belluomini, Rosanna Lupi, è stata severissima, tra gli oltre 160 libri pervenuti alla segreteria del Premio.

 

I premi speciali

La giuria tecnica che ha già assegnato alcuni premi: il Premio Internazionale, attribuito al poeta bosniaco Faruk Šehic per Ritorno alla natura” (LietoColle Editor), e il Premio Speciale 2019 a Leopoldo Attolico per Si fa per dire. Tutte le poesie, 1964-2016 (Marco Saya Editore).

Menzioni speciali per Tomaso Pieragnolo curatore e traduttore dell’opera di Juan Carlos Mestre Non importa ormai vivere bensì la vita (Arcipelago Itaca), Ugo Piscopo per Crepitii Epilli (Oèdipus) e Cinzia Demi per I was Magdalene (Gradiva Publications).

Il Camaiore Proposta – Vittorio Grotti, riservato alle opere prime di autori under 35, sarà consegnato ad Alessandro Anil per Versante d’esilio (Minerva); a Giovanna Cristina Vinivetto la menzione speciale della giuria per Dolore minimo (Interlinea).