A Camaiore la mostra “Del colore e della luce”

25 opere di arte contemporanea, collocate negli antichi luoghi sacri di Camaiore: gioca sull’incontro di epoche diverse la mostra Del colore e della luce, che sarà inaugurata venerdì 2 agosto.

Il percorso espositivo inizia dal Museo d’Arte Sacra e si sviluppa attraverso la Collegiata e le chiese dell’Angelo, di San Michele, di Santa Maria della Stella, dei Dolori e della Misericordia, fino alla Badia di San Pietro.

Terrecotte, pitture, stampe fotografiche su materiali industriali e sculture in pietra sono voci di un insolito dialogo fra passato (quello degli edifici che le ospitano) e presente, nell’incontro-scontro fra luce e colore.

La mostra è curata da Andrea Del Guercio e Pier Paolo Dinelli, direttore, negli anni ’80, della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Forte dei Marmi.

“La luce”, spiegano i curatori, “è un’entità strettamente collegata all’esperienza spirituale: pensiamo alle vetrate, ai giochi d’ombra delle architetture e ai bagliori delle icone antiche. Mentre è attraverso il colore che la pittura ha raccontato i cicli di affresco e le pale d’altare. Due elementi complementari che i 18 artisti europei protagonisti di questa collettiva hanno riletto, reinterpretato e rinnovato”.

La mostra sarà aperta, fino al 30 settembre, il martedì e il giovedì dalle 17 alle 19 e il sabato dalle 17,30 alle 19,30. Visite domenicali su prenotazione.