A Carrara la Biancaneve di Emma Dante

Domenica 24 marzo la rassegna Carrara Contemporanea propone Gli alti e bassi di Biancaneve, di Emma Dante. Sala Garibaldi, ore 17,30

 

Carrara Contemporanea, rassegna teatrale dedicata alla sperimentazione e ai nuovi linguaggi, propone, domenica 24 marzo, una favola per famiglie.

È Gli alti e bassi di Biancaneve, firmato, nel testo e nella regia, da Emma Dante.

Sul palco della Sala Garibaldi (inizio spettacolo ore 17,30) ci saranno Italia Carroccio, Davide Celona e Daniela Macaluso.

 

Una fiaba crudele

Fedele al suo stile, anche quando si rivolge al pubblico dei più piccoli, Emma Dante compie con questo spettacolo una nuova incursione nella letteratura per l’infanzia, dopo il successo di Anastasia, Genoveffa e Cenerentola.

La sua è una fiaba crudele, con una Biancaneve bambina in fuga nel bosco. I nani sono piccoli minatori dalle pance gonfie che parlano un siciliano medievale. Durante un’esplosione in miniera tutti e sette hanno perso le gambe.

“Dagli alti e bassi della vita, dalle sproporzioni delle cose”, spiega l’autrice, “Biancaneve fa esperienza e trova la sua verità”.

Al contrario di Alice nel paese delle meraviglie, che cresce e rimpicciolisce continuamente, Biancaneve vede alzarsi ed abbassarsi il mondo intorno a lei. Viene punita dalla matrigna prima di essere colpevole, ancora bambina inconsapevole viene accusata di vanità e nelle sproporzioni delle cose scopre i veri valori della vita.

Tutto è sproporzionato come sono le cose che vedono i bambini. I loro occhi, sgombri da forme convenzionali, vedono grande e spaziosa una stanza in cui noi ci sentiamo prigionieri.

 

Carrara Contemporanea

La rassegna Carrara Contemporanea è promossa dal Comune di Carrara e dalla Fondazione Toscana Spettacolo. Il prossimo spettacolo, martedì 16 aprile (ore 21), sarà Jan Fabre. The Night Writer, con Lino Musella, testo autobiografico dell’artista belga.

 

Cosa: Gli alti e bassi di Biancaneve, di Emma Dante
Dove: Sala Garibaldi, via Verdi, Carrara
Quando: domenica 24 marzo, ore 17,30
Biglietti: 10 euro (ridotto 8 euro)
Prevendita: biglietteria della Sala Garibaldi (telefono 0585 777160) sabato 23 marzo, dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 18,30, domenica dalle 16

 

Foto di Carmine Maringola

Clicca qui per conoscere la programmazione nei teatri della Versilia e non solo.