A Lido di Camaiore, cinque autori per “Un mare di libri”

Giovedì 25 luglio Daniela Donatella Pieruccini, Michele Cecchini, Bettina Bartalesi, Marco Ferri e Pino Marchini presenteranno i loro libri al Bagno Venezia di Lido di Camaiore

 

Saranno ben cinque gli autori protagonisti, giovedì 25 luglio, di Un mare di libri, la rassegna letteraria che coinvolge autori di racconti, romanzi e saggi.

Sulla terrazza del bagno Venezia di Lido di Camaiore, a partire dalle 18,30, interverranno Daniela Donatella Pieruccini, Michele, Bettina, Marco Ferri e Pino Marchini. A condurre l’incontro sarà Demetrio Brandi.

L’ingresso è libero, e all’incontro seguirà un aperitivo per tutti insieme agli autori.

 

Daniela Donatella Pieruccini, Se fosse un giorno sarebbe giovedì (L’Erudita)

I racconti della raccolta ruotano tutti intorno a momenti in cui i protagonisti vivono una rivelazione. La vita è andata avanti ma non abbastanza da non poterne modificare la rotta e ricalcolare un percorso che si fa viaggio interiore, per acquisire coscienza e consapevolezza del proprio vissuto. Che sperimentino un tuffo nel vuoto o un viaggio nel tempo, i personaggi sentono di non potersi sottrarre al bisogno di autenticità, anche a costo di immergersi nell’oscurità dei propri abissi, per dare un senso al proprio futuro.

Marco Ferri, Firenze in festa. Le tradizioni popolari fiorentine (Angelo Pontecorboli  Editore)

Un libro dedicato alle feste e alle tradizioni popolari, che cerca di “fotografare” un’epoca in cui Firenze celebra il proprio passato lungo un programma anche ricco, ma talvolta un po’ troppo libero, con poco rispetto.

Emerge l’idea di una città in perenne bilico tra eventi religiosi e eventi pagani, i quali conservano gelosamente, oltre a una generale condivisione di sentimenti d’appartenenza, anche l’eterno ciclo della vita. Appuntamenti che si sommano, si legano, si mischiano e si confondono per offrire, a chi ha la pazienza e il privilegio di assistervi o prendervi parte, sensazioni uniche e irripetibili.

Michele Cecchini, Il cielo per ultimo (Bollati Boringhieri)

Si chiama Emilio Cacini ma tutti lo conoscono come Soldo di Cacio perché è basso e goffo. La sua vita è sempre stata una storia semplice, di quelle senza aneddoti. Cacio è un uomo mite, insegna educazione artistica alle scuole medie e vive a Livorno, nel rione di Ardenza Mare.

Da sempre coltiva la passione per le immagini, tanto che spesso associa le situazioni che vive ai dipinti dei suoi pittori preferiti.

Bettina Bartalesi, Luce (Edizioni Clown Bianco)

Bettina Bartalesi e Gianluca Di Matola danno vita a un’intensa storia di riscatto femminile e sociale. Luce ha 13 anni nel 1978 e vede la realtà – quella degli anni di piombo, del rapimento di Aldo Moro, della condizione delle donne che sta lentamente cambiando – attraverso il filtro distorto della cittadina di provincia in cui vive.

Considerata strana dalla maggior parte delle persone, la ragazzina crea un legame profondo con Rosetta, la commessa del market che le offre la prima Coca Cola della sua vita, e con il “compagno Ivan”: sono loro la famiglia che Luce vorrebbe. Ma entrambi hanno alle spalle un passato oscuro, che condiziona drammaticamente il loro presente.

Pino Marchini, Castelnovesi nella Grande Guerra (Edizioni Cinque Terre)

Marchini si conferma appassionato cultore del suo territorio. In questo testo affronta il tema della partecipazione dei giovani castelnovesi alla Prima guerra mondiale. Parte da Castelnuovo, da quei ragazzi, ma il panorama si allarga ben presto per abbracciare la situazione nazionale ed anche internazionale del periodo.