A Lucca una preziosa boutique tra antiquariato e design

Aperto da pochi mesi, Galli Da Como, di Cristina Conforto Galli è un laboratorio-atelier dove rari pezzi antichi si affiancano a oggetti di design. In via del Battistero, nel salotto della città

 

di Rubina Mendola

In Toscana, l’eccellenza dell’italian lyfestyle passa anche per una novità che si trova in un angolo elegantissimo di quel meraviglioso salotto che è Lucca, città che non smette di sorprenderci con chicche sempre più interessanti e seducenti.

In via del Battistero 58/A ha aperto da poco Galli Da Como, laboratorio-atelier creativo, più affine a una preziosa boutique che a una showroom o a un negozio tradizionali.

Chi entra comprende subito di non essere un cliente da condurre all’acquisto, ma un interlocutore che viene accompagnato in un’esperienza.

 

Fra antichità e contemporaneo

Questo insolito ‘scrigno lucchese’ di modern heritage, nasce da un’ispirazione di armonia condivisa, sempre alla ricerca di nuove suggestioni e progetti.

Ideato da Cristina Conforto Galli, milanese, Galli Da Como è un brand innovativo che unisce antichità e contemporaneo, mixando sapientemente concepts e soluzioni di home interior. Pezzi sceltissimi di antiquariato di pregio si accostano a luxury objects di design Eichholtz, marchio olandese di notorietà internazionale (di cui GDC è unico retail nella città pucciniana).

 

Una storia di famiglia

cristina conforto galli

Cristina Conforto Galli

“Si tratta di un luogo che porta nel nome la città di provenienza della mia famiglia e l’esperienza degli oggetti antichi e di design: un’aria che ho respirato fin da bambina”, spiega Cristina. “Ho inteso riattualizzare l’antico in una luce nuova, immaginando l’antiquariato unito al design contemporaneo di livello come quello proposto da Eichholtz che ho scelto come mio riferimento. Aprire in via del Battistero è stata una cosa naturale: è la via dell’antiquariato per antonomasia, e Lucca è il salotto della Toscana, luogo di eleganza e tradizione noto in tutto il mondo. Molte storie importanti, personaggi e vicende leggendarie sono passate da qui: Luchino Visconti, per esempio, passava da queste strade per comprare i pezzi antichi che ha inserito nel suo film iconico, il capolavoro che è il Gattopardo”.

Una cornice storica perfetta, dunque, per cominciare una meravigliosa avventura creativa.

 

Immaginare la casa

Ma quale è la sfida di questo brand? Trasformare il piacere privato dell’armonia di oggetti meravigliosi in ospitalità. Non fermarsi alla proposta di semplici oggetti, ma concepire idee per atmosfere a misura dell’immaginario che ciascuno ha di ambiente e di casa.

Ogni oggetto qui sembra un’esperienza per ri-trovarsi, una “allure experience” (come recita il pay-off del marchio) dove gli ambienti non vanno costruiti come scenografie ma trasformati in momenti da vivere. Esperienza che si può trovare solo a Lucca e non a caso: incantevole cornice storica, città ‘virtuale’, fatta di realtà tangibili e immaginarie, fatta di sogni. Contesto di grande respiro culturale, ideale per aprire gli occhi su orizzonti estetici sofisticati e nuovi.

 

Foto: Fabio Gambina Photographer