A Pietrasanta “Aphrodites”, della fotografa Veronica Gaido

Da sabato 29 agosto Lucifero Desing (via Nazaro Sauro 50) a Pietrasanta ospita la mostra “Aphrodites” dell’artista fotografa Veronica Gaido (inaugurazione ore 19).

Attraverso un utilizzo ricercato della macchina fotografica, Gaido realizza opere in movimento, una tecnica sofisticata che gioca con tempi di esposizione e messa a fuoco.

La sua è una “fotografia liquida” che mescola la grazia ottocentesca degli Impressionisti, come un pennello che dipinge la tela, e il dinamismo del Novecento, che coglie il ritmo fluido della contemporaneità. Le fotografie di Gaido uniscono originalità, individualità e velocità riuscendo a restituire emozioni personali, una sorta di “onda densa e luminosa, come una piccola epifania” del reale, come l’ha definita Philippe Daverio. Il suo universo è un organismo vivo, dinamico, in continuo rapporto con l’animo umano.

In “Aphrodites”, lavoro avviato nel 2014, anima luce e fisicità sono l’apertura di nuovi orizzonti accostandosi in maniera esplicita allo studio del movimento del corpo proprio delle prime fasi del Futurismo.

“Ogni fotografia è l’essenza del movimento e delle sue dinamiche”, commenta Gaido, “il risultato finale tiene conto di questi elementi, più l’uso della luce ma nessuna tecnologia né tanto meno quello della post produzione. Ogni foto nasce come un quadro”.

 

Foto: Papaloa, di Veronica Gaido, 2017 20×30 centimetri