A Pisa la festa dei libri “indie”

È la Spagna il paese ospite dell’edizione numero 16 del Pisa Book Festival. Dal 9 all’11 novembre al Palazzo dei Congressi oltre 200 incontri con scrittori e poeti e gli stand di 160 editori indipendenti

di redazione

 

Compie 16 anni il Pisa Book Festival, il salone più “indie” d’Italia. E lo festeggia, dal 9 all’11 novembre, con un’edizione ricchissima di ospiti italiani e internazionali, un’esposizione di 160 editori indipendenti e tanti eventi con un gran finale affidato alla voce di Nada.

Tra gli ospiti internazionali, in primo piano quelli provenienti dalla Spagna, paese “d’onore” del 2018. In programma anche una mostra per bambini a Palazzo Blu e un tributo a Federico Garcia Lorca.

Tanto lo spazio dedicato alla poesia, e poi masterclass di scrittura e traduzione, un omaggio a Muriel Spark, a cent’anni dalla nascita. E tantissimi incontri con gli autori.

Il festival si tiene come di consueto al Palazzo dei Congressi, in via Matteotti 1, ed è aperto dalle 10 alle 20, da venerdì 9 a domenica 11 novembre.

Tutti i giorni dalle 9,30 alle 20,30, il trenino speciale e gratuito Pisa Book Train collega il Palazzo dei Congressi con il centro di Pisa, passando per i Lungarni. Le fermate sono Palazzo Gambacorti, Palazzo Blu, Royal Victoria Hotel, Palazzo dei Congressi.

Il festival è ideato e diretto dall’editrice Lucia Della Porta ed è promosso e sostenuto da Regione Toscana, Comune di Pisa e Fondazione Pisa.

 

¡Que viva España!

La Spagna è l’ospite d’onore della edizione 2018. E sarà rappresentata da autori affermati, come José Ovejero, Rosa Montero, Dolores Redondo, Lorenzo Silva e Domingo Villar, ed emergenti, come Mariana Torres e Roberto Osa.

Giovedì 8 novembre alle 17, a Palazzo Blu (Lungarno Gambacorti), sarà inaugurata inoltre Fabularium, una mostra della illustratrice Ester García, che resterà aperta fino al 17 febbraio 2019.

Venerdì 9 alle 21,30 ci sarà infine un tributo a Federico García Lorca, con il recital in doppia lingua di Juan Carlos Reche, e Valerio Nardoni con i versi messi in musica e cantati da Selena Simonatti.

 

Spazio alla poesia

L’omaggio a García Lorca non sarà l’unico momento dedicato alla poesia: in calendario anche un tributo a Leonard Cohen e i recital di Valerio Magrelli e di Tiziano Scarpa, e tanti altri incontri e presentazioni.

 

Muriel Spark 100

Muriel Spark, nata a Camberg nel 1918 è sepolta ad Arezzo, dove ha vissuto per venti anni. Nel centenario della nascita il Pisa Book Festival organizza lo speciale Muriel Spark 100: tre giorni di conversazioni e dibattiti. Allo stand Books from Scotland saranno in vendita tutti i romanzi della scrittrice ripubblicati in edizione speciale dalla casa editrice Polygon.

 

Gli ospiti internazionali

Il Festival offre ai visitatori anche uno spaccato della letteratura contemporanea internazionali.

Tra gli ospiti, Chen Qiufan, esponente di riferimento della nuova generazione cinese degli autori di fantascienza, Paul Lynch, fra i più brillanti scrittori irlandesi, Kjell Westo, il sofisticato autore finlandese di lingua svedese, Yolaine Destremau, pittrice consacrata alla scrittura di romanzi, e Doug Johnston, fisico nucleare con la passione per il football.

 

Made in Italy

Rivelazioni e conferme nel parterre di ospiti italiani della rassegna.

Tra i più attesi, Roberto Cotroneo, che presenta Niente di personale, un libro sugli ultimi trent’anni di cultura a Roma vissuti attraverso L’Espresso, Bruno Arpaia, romanziere e saggista e grande traduttore di Garcia Marquez e Vargas Llosa, Francesco Muzzopappa con il suo Heidi (Fazi), Andrea Schiavon, giornalista di Tuttosport e autore di Cinque cerchi e una stella, e il filosofo Giulio Giorello.

Come ogni anno, ampio spazio al giallo e ai suoi autori. In programma, oltre a una tavola rotonda con i giallisti spagnoli, due novità della scena italiana: Simona Venditto e Pasquale. E non mancherà Marco Malvaldi, lo scienziato scrittore come sempre ospite d’onore del festival.

Nel Caffè Letterario a cura del quotidiano La Repubblica, i giornalisti Laura Montanari e Fabio Galati ospitano tra gli altri Alberto Prunetti, Pietro Grossi, Sacha Naspini, Simone Lenzi e Marco Gallo.

 

E made in Tuscany

Made in Tuscany è il titolo delle conversazioni sulla scena letteraria toscana condotte da Vanni Santoni. Fra gli ospiti, Marco Vichi, Francesco Barbi e Teresa Ciabatti, che presenta il suo ultimo romanzo Matrigna.

 

L’attualità, tra lavoro nero, mafie e guerre dell’acqua

Il direttore del Tirreno, Luigi Vicinanza, presenta Diseguali. Il lato oscuro del lavoro. Il giornalista Gianni Bianco e il magistrato Giuseppe Gatti parleranno di cittadini che hanno trovato la forza di ribellarsi alla criminalità, storie raccolte nel loro Alle mafie diciamo noi. Marirosa Iannelli, ricercatrice ambientale, e Francuccio Gesualdi, attivista e fondatore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo, presenteranno Water grabbing. Le guerre nascoste per l’acqua nel XXI secolo.

 

I laboratori di traduzione e scrittura

Il Translation Day porterà al Pisa Book Festival alcuni dei principali traduttori italiani e i giovani talenti del progetto Cela. Due le performance in programma curate da Luca Murphy, Vanni Santoni e Luca Ricci.

Confermati i laboratori di scrittura curati da Sebastiano Mondadori e le lezioni su Come comunicare la Storia a cura di Alberto Mario Banti.

 

Gran finale con Nada

La conclusione del festival è affidata alla cantante e scrittrice Nada, che domenica 11 alle 18 nella grande sala Auditorium del Palazzo dei Congressi leggerà alcuni passi dal suo libro Leonida. Nada Malanima, originale e coraggiosa artista della scena musicale italiana contemporanea, da anni, con la sua voce unica e inimitabile dà corpo a opere musicali, teatrali e letterarie.

Cosa: Pisa Book Festival 2018
Dove: Palazzo dei Congressi, via Matteotti 1, Pisa
Quando: da venerdì 9 a domenica 11 novembre, dalle 10 alle 20
Biglietti:
venerdì ingresso gratuito per tutti; sabato e domenica ingresso gratuito per i minori di 18 anni.
Biglietto intero 6 euro, ridotto 5 euro. Abbonamento speciale per i due giorni 9 euro.
Programma completo su PisaBookFestival.it