A Seravezza, il Natale dalla piana alla montagna per il fine settimana

Fine settimana a Seravezza  con tanti appuntamenti del Natale per grandi e piccini del Natale: dalla piana alla montagna, un sabato pirotecnico 

 

Sabato 15 dicembre, molti eventi sono in programma nel calendario del “Natale Insieme” a Seravezza: il capoluogo e le frazioni di Querceta e Giustagnana, le località più vivaci nella giornata.

Si inizia di primo mattino in piazza Pertini a Querceta con il tradizionale mercatino dell’artigianato, antiquariato e svuota soffitte organizzato da Quercetarte.

Le bancarelle sono aperte fino alle 19 con una ricca proposta di curiosità e oggetti originali. Sempre in piazza Pertini, dalle 15,30 alle 18, gran festa natalizia alla ludoteca Il Girotondo, con i più piccini impegnati in mille attività e, naturalmente, pronti a consegnare le loro letterine a Babbo Natale.

Seravezza "Natale Insieme"

Nel pomeriggio, si apre a Seravezza, la ricca due-giorni promossa dalla Pro Loco di Seravezza. Alle 17,  inaugurazione dell’esposizione artistica “Dalla foto alla pittura”  nella sede di via Corrado del Greco.

La mostra, a cura degli artisti itineranti di Seravezza, si potrà visitare fino a domenica 6 gennaio. Esporranno le loro opere i pittori Margherita Benassi, Cristina Martini Pilatti, Pierino Mazza, Piero Moriconi, Amedeo Giovanni Giusti, Aurelia Adriana Badea, Angela Tarabella, Claudio Amadei, Paola Torrisi, Annarosa Lisi, Andrea Balderi, Almo Moretti, Alfio Bichi, Gilberta Dal Porto, Maria Teresa Vanalesta, Patrizia Feltrin, Barbara Craig, Brunetta Puccinelli, Bruno Salvatori, Luca Ceccanti, Maria Chiara Papasogli, Sara Bini, Mirko Babboni, Roberta Folini, Paolo Signore e Piero Crivellari.

Durante l’inaugurazione della mostra, ci sarà anche l’accensione di due alberi di Natale decorati dai pittori: quello all’interno della Pro Loco – “L’Albero degli Artisti” – e quello grande in Piazza Carducci.

Pomeriggio di grande fascino – sempre sabato 15 dicembre – anche nel delizioso borgo di Giustagnana, con la quarta edizione del presepe vivente “Come eravamo”. Gli abitanti del paese, ogni anno, si mobilitano per “mettere in scena” gli antichi mestieri e le usanze di un tempo, tenendo viva la memoria popolare e valorizzando gli angoli più caratteristici del borgo. La rappresentazione si potrà visitare dalle 16,30 alle 19,30. In caso di pioggia sarà rinviata a sabato 22 dicembre.