A Seravezza il premio “Michelangelo Buonarroti”

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre a Seravezza il premio internazionale “Michelangelo Buonarroti”

 

Valorizzare l’espressione artistica e i nuovi talenti negli ambiti della letteratura e delle arti visive: è l’obiettivo del premio internazionale Michelangelo Buonarroti, giunto alla quinta edizione.

Sette categorie in cui si articola il premio, da poesia e narrativa a pittura, scultura e fotografia.

La premiazione si terrà sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre al Palazzo Mediceo di Seravezza.

Il premio è promosso dall’associazione culturale Arte per Amore, presieduta da Barbara Benedetti, ed è patrocinato dal Comune di Seravezza, dalla Fondazione Terre Medicee e dalle altre amministrazioni versiliesi.

Aurelio Amendola presiede la giuria per le arti visive, Simone Domeniconi per quelle letterarie.

Amendola è uno dei più noti fotografi italiani. Nella sua lunga carriera si è dedicato principalmente all’arte contemporanea, immortalando i protagonisti dell’arte del Novecento e realizzando numerose monografie sulle loro opere ed esposizioni. È apprezzato inoltre per le fotografie delle sculture del Rinascimento italiano. Ad Amendola gli organizzatori del Premio Michelangelo attribuiranno un premio alla carriera.

Analogo riconoscimento andrà a Nicola Longo, il “Poeta Poliziotto”, e allo scultore veneziano Gianfranco Meggiato.

Il presidente della giuria letteraria Simone Domeniconi è poeta e pittore, vincitore di molti riconoscimenti, quali il Premio internazionale del San Domenichino e il Premio Alpi Apuane.

Uno speciale premio nel nome di Michelangelo sarà assegnato dalla Città di Seravezza agli autori delle migliori opere che fanno riferimento all’ambiente e al territorio apuo-versiliese.

 

Il programma

La premiazione sarà divisa in due momenti distinti, che avranno luogo entrambi al teatro delle Scuderie Granducali con ingresso riservato ai premiati e agli accompagnatori muniti di pass. Sabato 30 novembre alle 14 si terrà la premiazione per le sezioni letterarie (poesia, narrativa e racconti) e domenica 1 dicembre alle 9,30 quella delle arti visive (pittura, scultura e fotografia).

La doppia cerimonia sarà da Barbara Benedetti affiancata dall’attore e narratore Claudio Germanò. Parteciperà il corpo di ballo delle ginnaste dell’Associazione La Rosa di Seravezza.

Due i momenti conviviali che riuniranno i vincitori con i componenti della giuria e le autorità: la Cena degli Autori di sabato sera e il Pranzo degli Artisti che domenica chiuderà l’evento.

 

Le mostre

Nei week end tra il 30 novembre e il 15 dicembre le opere premiate nelle sezioni di arti figurative saranno esposte al piano nobile di Palazzo Mediceo con ingresso libero (sabato dalle 16 alle 20 e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20).

Dal 30 novembre al 15 dicembre saranno allestite altre due mostre.

Alla galleria La Seravezziana di piazza Carducci saranno esposte le opere realizzate dagli ospiti del Centro Alzheimer Ezio Pelù di Massa. La mostra, dal titolo Memorie d’arte, è curata dal critico d’arte Lodovico Gierut ed è realizzata con la collaborazione della pittrice Manola Caribotti.

La Pro Loco di Seravezza in via Corrado Del Greco ospiterà con le opere realizzate dagli studenti che partecipano alla sezione Sulle Orme di Michelangelo, dedicato agli allievi delle scuole primarie e secondarie di tutta Italia.