A Seravezza lo spettacolo “La Veglia, una storia di Natale in Alta Versilia”

Martedì 10 dicembre alle Scuderie Granducali di Seravezza (ore 21,15) va in scena “La Veglia, una storia di Natale in Alta Versilia”, un testo di Walter Bandelloni, con azioni teatrali, musicali e coreografiche e tanti protagonisti, gruppi e singoli personaggi.

Un narratore, Francesco Speroni, guiderà la successione dei vari quadri. A rappresentarli saranno Le Nuove Leve, il Gruppo Teatrale di Cerreta S. Antonio, le Rainbow Girls & Friends, il Coro S. Lorenzo di Seravezza, I Castellari. E poi i cantanti Donatella Carli, Felice Salvatori e Caterina Ferri. Il tutto sotto la regia di Marina Marrai.

La storia racconta di un piccolo borgo sulle Alpi Apuane, dove ancora gli abitanti conducono una vita pacata, seguendo ritmi forse desueti, ma sereni. C’è una sera, in inverno, in cui tutti lasciano le loro calde cucine e convergono in piazza per dare vita alla veglia che precede il giorno di Natale. L’incontro fra amici, conoscenti, vicini di casa che si consumerà in un brevissimo lasso di tempo, appena poche ore e non accadrà nulla di eclatante, se non che, quest’anno, c’è una giovane donna, la Mari’, che deve partorire.

Lo spettacolo è promosso dalla Pro Loco ed è inserito nel calendario degli eventi Natale Insieme, coordinato dal Comune di Seravezza.

L’ingresso è a offerta libera.