A Seravezza, “Open Secrets” di Rachel Lee Hovnanian

Dal 20 luglio al 15 settembre Palazzo Mediceo a Seravezza ospita la mostra “Open Secrets” dell’artista statunitense Rachel Lee Hovnanian

 

Il materasso, posizionato in verticale, diventa una tela per la proiezione di video: immagini di coppie sdraiate a letto, illuminate soltanto dagli schermi dei loro telefoni. Si muovono, scorrono gli schermi, leggono, guardano. Indifferenti l’uno all’altro, sono insieme ma sono soli.

Foreplay è una delle 31 opere che compongono la mostra Open Secrets, dell’artista statunitense Rachel Lee Hovnanian, che sarà inaugurata sabato 20 luglio al Palazzo Mediceo di Seravezza, dove resterà fino al 15 settembre. La cura della mostra è di Annalisa Bugliani; l’organizzazione della Pechersky Family Foundation in collaborazione con la Galleria Poggiali e la Fondazione Terre Medicee.

 

Tra umanesimo e tecnologia

La mostra abbraccia gli ultimi dieci anni di lavoro dell’artista, da sempre legata alla Versilia e reduce da una personale alla Leila Heller Gallery di New York.

Con queste opere Rachel Lee Hovnanian apre una riflessione sul tema delle relazioni del nostro mondo con la tecnologia. E sfida gli spettatori a confrontarsi con il potenziale futuro della tecnologia digitale.

Open Secrets offre un approccio umanista, che enfatizza la nostra autonomia all’interno dell’era digitale, caratterizzata dalla dipendenza dalla perfezione. E al tempo stesso rivela la dicotomia esistente tra i nostri sistemi di valore e la nostra immagine pubblica.

Hovnanian svela le doppie esistenze che si sono evolute online attraverso l’avvento della rivoluzione digitale. Tra le opere esposte, la serie di lavori Too Good to be True, l’installazione Swipe Left, Swipe Right e il monumentale Beauty Queen Totem. Questa è una grande scultura in marmo di Carrara, in cui l’artista esprime l’idea che le nostre concezioni di bellezza sono codificate come pietre di paragone del potere sociale.

Seguendo la genesi delle piattaforme dei social media e l’ubiquità degli smartphone, Hovnanian ha poi creato Dinner for Two. L’installazione mostra un lungo tavolo da pranzo. Seduti alle due estremità ci sono due commensali, rappresentati con le loro immagini su uno schermo. Invece di guardarsi, i due personaggi passano la maggior parte del tempo a guardare i loro telefoni. L’audio dell’installazione riproduce solo i suoni di notifica digitale.

Con la serie Happy Hour, House of Empty Bottles e la scultura Taped Shut, Hovnanian esprime la sua esperienza personale di persona cresciuta in una famiglia dove gli effetti della dipendenza sono stati occultati dalle pressioni sociali dirette ad offrire un’immagine di perfezione.

“Ho concepito questa mostra per avviare un dialogo sulle relazioni con la tecnologia digitale”, afferma Hovnanian, “voglio sfidare gli spettatori a confrontarsi con il futuro e sul pericolo potenziale della dipendenza alienante nell’ambito della moderna società tecnologica”.

 

Il progetto in Versilia

Il progetto Open Secrets non si ferma al Palazzo Mediceo di Seravezza ma presenta alcuni eventi collaterali in Versilia. La Galleria Poggiali di Pietrasanta espone fino al 26 luglio la mostra dal titolo Silenzio, con una serie di lavori, rigorosamente bianchi, che in questa circostanza alludono al tema del candore e della naturalità.

Open Secrets fa tappa poi alla Boutique Malo di Forte dei Marmi con Nnd Immersion Room, un’istallazione presentata per la prima volta a New York. Fino a metà settembre il giardino della boutique diventa scenario di un’esperienza forte e totalmente immersiva.

Infine un’opera dell’artista sarà esposta a Forte dei Marmi in Piazza Tonini.

 

Rachel Lee Hovnanian

Nata nel West Virginia e cresciuta a Houston, in Texas, Rachel Lee Hovnanian è un’artista di New York la cui pratica multidisciplinare unisce pittura, scultura, installazioni interattive, opere su carta e video arte. Con questi strumenti esplora le complessità del femminismo moderno, gli ideali di perfezione e gli effetti dei media sulla coscienza collettiva. Hovnanian ha conseguito il suo Bachelor of Fine Art presso l’Università del Texas ad Austin. Da allora ha esposto in mostre personali e collettive negli Stati Uniti, in Asia, Europa e Medio Oriente. Il suo lavoro è nelle collezioni di privati, aziende e musei.

 

Info

Cosa: Open Secrets, di Rachel Lee Hovnanian
Quando: dal 20 luglio al 15 settembre 2019
Inaugurazione sabato 20 luglio, ore 18
Dove: Palazzo Mediceo, Seravezza
Ingresso libero

 

Foto: Rachel Lee Hovnanian, Foreplay (installation view), 2014