A Villa Argentina la storia dell’antica Lucca e dei suoi segreti

Mercoledì 5 dicembre, alle 17,30, la presentazione del libro di Francesco Petrini Lucca. Memorie, vissuti e percorsi eccentrici alla scoperta del genius loci

 

La rassegna Di mercoledì, scrittori e lettori sulla terrazza di Villa Argentina è dedicata, questa settimana alla bellissima città di Lucca.

Il libro protagonista dell’incontro è infatti il libro Lucca. Memorie, vissuti e percorsi eccentrici alla scoperta del genius loci, di Francesco Petrini (edizioni Tra le Righe Libri).

Mercoledì 5 dicembre, alle 17,30 (con ingresso libero), alla Villa Argentina di Viareggio interverranno, oltre all’autore, Maria Vera Cresti, docente di Storia comparata dell’arte dei paesi europei all’Università di Roma 3, ed Enrico Romiti, presidente del Centro internazionale per lo studio delle cerchia urbane.

Petrini racconta l’antica Lucca, nel un tempo in cui era circondata da una pianura verde e incontaminata.

Petrini ha insegnato per 20 anni nella scuola primaria. Ha concluso la professione come dirigente scolastico e ha svolto un’intensa attività di formazione degli adulti. Nel 2006 ha coordinato il lavoro di stesura di un libro per il centenario della Camera del Lavoro di Lucca. Dal 2016 è presidente dell’associazione culturale Custodi della città per gli stati generali sulla cultura.
Nel 2016 ha pubblicato il volume L’industrializzazione in Lucchesia 1880-1901 (Pacini Fazzi editore).
È membro del Consiglio direttivo della consulta della cultura del Comune di Lucca. È nonno felice di quattro nipoti.