A Villa Bertelli Giulio Deangeli: 25 anni e tre lauree

Sabato 17 ottobre 2020 a Villa Bertelli, Forte dei Marmi, Giulio Deangeli, 25enne plurilaureato parlerà della medicina nell’epoca delle intelligenze artificiali

 

A 25 anni ha tre lauree (l’ultima, in Ingegneria biomedica, conseguita a Pisa il 9 ottobre scorso) e una quarta in arrivo. Giulio Deangeli sarà il protagonista, sabato 17 ottobre, dell’incontro dedicato alla medicina nell’epoca delle intelligenze artificiali.

L’appuntamento è alle 15, nel Giardino d’inverno di Villa Bertelli a Forte dei Marmi. L’ingresso è libero ma è obbligatorio prenotare telefonando al numero 0584 787251.

Il 16 ottobre prossimo Deangeli riceverà, a Roma, la Benemerenza del Premio Eccellenza Italiana, ideato dal giornalista Massimo Lucidi e nato con l’obiettivo di premiare l’Italia del merito e del talento. E il 19 ottobre sarà al TedX Grosseto, dove svelerà i segreti delle malattie neurodegenerative, con un intervento dal titolo Arancia meccanica: gli ingranaggi delle malattie neurodegenerative.

A breve concluderà la sua quarta laurea, completando una tetralogia composta da Medicina e chirurgia, Ingegneria, Biotecnologie e dalla magistrale in Biotecnologie molecolari, oltre al diploma in Scienze mediche della Scuola superiore Sant’Anna, con la media del 30 in tutti e cinque i percorsi.

Da sempre Deangeli sogna di fare il ricercatore in neuroscienze, in particolare nel campo delle malattie neurodegenerative. Ha recentemente ottenuto cinque borse di studio per un dottorato di ricerca in Neuroscienze alla University of Cambridge, fra cui il prestigioso Vice Chancellor’s Award.

I suoi titoli includono Vicecampione del mondo di Neuroscienze alla Ibb (International brain bee) 2013, e tuttora è l’unico italiano salito sul podio. Così come è l’unico italiano insignito della borsa di ricerca mondiale Hip ad Harvard nel 2018. Tra i premi conquistati dal giovane scienziato, il primo premio alla Harvard iGEM Biohackathon, il primo premio e borsa di ricerca Amgen Scholars alla University of Cambridge nel 2016. Si è classificato primo classificato al concorso nazionale di ammissione a Scienze mediche della Scuola superiore Sant’Anna, e al test di Medicina e chirurgia all’Università di Pisa.