A Villa Bertelli “il caso Doria Manfredi”

Sabato 27 giugno 2020 a Villa Bertelli, Forte dei Marmi, Domenico Manzione, Umberto Guidi, Adolfo Lippi e Paolo Benvenuti parleranno del “caso Doria Manfredi”, che coinvolse nel 1909 Giacomo Puccini

 

È dedicato alla vita privata di Giacomo Puccini il primo degli incontri della rassegna Parliamone in Villa, nel Giardino dei lecci di Villa Bertelli a Forte dei Marmi. Sabato 27 giugno alle 18 si parlerà del “caso Doria Manfredi”: il suicidio della giovane domestica del musicista, accusata a torto di esserne l’amante.

All’incontro parteciperanno Domenico Manzione, sostituto procuratore presso la Procura generale della Corte di Appello di Firenze, il giornalista Umberto Guidi, il regista e scrittore Adolfo Lippi e il regista Paolo Benvenuti, che ha realizzato il film Puccini e la fanciulla, ispirato alla vicenda. A intervistarli sarà il giornalista Enrico Salvadori.

Interverrà anche la giornalista e scrittrice Rossella Martina con un’anteprima del libro realizzato su questa vicenda, di prossima uscita.

Non mancherà la musica del grande Puccini, con un brano tratto dalla Manon Lescaut, a cura del maestro Cesare Goretta.

È obbligatorio prenotare, telefonando allo 0584 787251.

 

La vicenda

Nel 1909 l’esistenza del compositore fu sconvolta dal suicidio della domestica, Doria Manfredi accusata, dalla moglie di Puccini, Elvira, di essere l’amante di Puccini. Un’autopsia e una causa legale accertarono che Doria non era mai stata l’amante del sor Giacomo.

Nel 2007, lavorando alla sceneggiatura del film Puccini e la fanciulla, Benvenuti e il suo staff scoprirono l’identità della vera amante segreta di Puccini, che era Giulia Manfredi, la cugina di Doria, e sollevarono l’ipotesi che il figlio di Giulia, Antonio Manfredi, fosse il figlio segreto del compositore.

Nel 2008 Simonetta Puccini tentò di bloccare l’uscita del film, che invece fu presentato al Festival di Venezia.

In seguito la figlia di Antonio Manfredi, Nadia Manfredi Di Sacco, chiese di accertare, attraverso l’esame del Dna, se davvero suo padre fosse figlio non riconosciuto del compositore lucchese. Richiesta rigettata dal Tribunale di Milano.

Di queste vicende, tra storia e cronaca giudiziaria, si occuperà l’incontro.

 

Gli ospiti

Domenico Manzione è un magistrato e politico. Già sottosegretario agli Interni è componente del Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura. Attualmente è sostituto procuratore presso la Procura generale della Corte di Appello di Firenze.

Umberto Guidi ha lavorato a lungo nella redazione di Viareggio de La Nazione. È grande esperto di storia locale, del Carnevale di Viareggio e di cinema. È stato vice direttore artistico del Festival EuropaCinema.

Adolfo Lippi, giornalista, scrittore e regista, ha firmato per la Rai ha firmato programmi di grande successo.

Paolo Benvenuti, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico ha realizzato il lungometraggio Puccini e la fanciulla in occasione dei 150 anni dalla nascita del compositore.

 

Info

Cosa: Il caso Doria Manfredi, con Domenico Manzione, Umberto Guidi, Adolfo Lippi e Paolo Benvenuti
Quando: sabato 27 giugno 2020, ore 18
Dove: Villa Bertelli, via Mazzini 200, Forte dei Marmi
Ingresso gratuito
Prenotazione obbligatoria, al numero 0584 787251