A Villa Bertelli, la maternità nell’arte

Sabato 29 settembre, a Forte dei Marmi, conferenza di Anna Vittoria Laghi: dalle icone mariane alle rappresentazioni del primo e secondo Novecento

 

Dalle icone mariane alle maternità del Novecento: ne parlerà sabato 29 settembre a Villa Bertelli (ore 17.30), Anna Vittoria Laghi.

Nel corso della conferenza, Laghi illustrerà il cambiamento dell’immagine della Madonna con il bambino attraverso i secoli: le prime icone mariane medievali in Italia, quando all’iconografia bizantina si sostituisce un’immagine più umana di Maria, le immagini delle Madonne in maestà o della Misericordia della pittura rinascimentale, fino alle prime Pietà del 500 e del 600. E fino alle immagini di Maternità del primo e secondo Novecento, quando al culto e alla religiosità si sostituisce l’inquietudine, il disagio e l’ambiguità della contemporaneità.

Una panoramica attraverso l’arte, per far conoscere i vari aspetti e le varie forme che il culto mariano nel corso del tempo ha assunto, soprattutto in Italia, grazie anche alla creatività dei protagonisti dell’arte: da Cimabue, a Duccio di Buoninsegna, da Simone Martini a Giotto, da Masaccio a Gentile da Fabriano, da Piero della Francesca a Leonardo, Michelangelo, Raffaello e Caravaggio per giungere poi a pittori come Segantini e Previati, e alle moderne e trasgressive “icone della Maternità” di artisti contemporanei come Vanessa Beecroft o Jan Fabre.

L’incontro rientra nell’ambito delle celebrazioni congiunte dei Comuni della Versilia storica per il 150 anniversario dell’incoronazione della Madonna del Sole.

 

Cosa: Dalle icone mariane alle maternità del Novecento: conferenza di Anna Vittoria Laghi
Quando: sabato 29 settembre, ore 17,30
Dove: Giardino d’Inverno di Villa Bertelli, via Mazzini 200, Forte dei Marmi
Ingresso libero

Nella foto: Raffaello, Madonna con bambino, particolare