Al Lettera 22 di Viareggio, le scrittrici Margherita Loy e Domitilla Pirro

Sabato 13 e domenica 14 aprile, il caffè Lettera 22 di Viareggio ospita la scrittrice Margherita Loy e l’esordiente Domitilla Pirro che presenteranno i loro libri 

 

Fine settimana con i libri al caffè Lettera 22 con due scrittrici ospiti degli incontri in programma.

Margherita Loy e Una storia ungherese

Sabato 13 aprile, alle 18 , l’ospite è Margherita Loy che parlerà, insieme alla giornalista Cristina Bulgheri, del suo libro ‘Una storia ungherese’ uscito nel 2018 per Atlantide edizioni.

Il racconto di “Una storia ungherese” si snoda nel gennaio del 1945 quando bombe e artiglieria distruggono Budapest. L’Armata Rossa stringe l’assedio intorno alla città e l’esercito nazista non intende retrocedere. La giovane Kinga, rifugiata nella cantina, scrive e scrive dei ricordi nella casa di campagna in cui ha vissuto insieme alla nonna diventa ora l’unica forma di libertà.

Scrive perché il suo amore per il giovane ebreo Gyalma le permette di essere di nuovo al piccolo lago ai confini del mondo e rivivere attimo per attimo la passione. La fame, quando la penna scorre sul suo diario, si allontana. Così come gli odori e la paura, si dileguano.

Margherita Loy è nata a Roma, ma vive in Toscana nella campagna lucchese da molti  anni. Ha condotto programmi su Radio3 e un programma sui libri per Videomusic, storica tv musicale indipendente. Ha lavorato in case editrici, ma scrivere è sempre stata la sua passione. Ha inventato libri di arte per bambini per l’editore romano Gallucci; ha scritto racconti sulla rivista “Paragone”, prima con uno pseudonimo e poi con il suo nome; presso l’editore ZonaFranca ha pubblicato V.O.L.A., quattro racconti dedicati a Vino, Olio, Latte, Acqua.

 

Domitilla Pirro e Chilografia

Domenica 14 aprile, sempre alle 18, Lettera 22 ospiterà Domitilla Pirro che presenterà il suo primo romanzo ‘Chilografia. Diario vorace di Palla‘. uscito nel novembre 2018 per effequ. Ne parlerà insieme a Diletta Crudeli.

Il libro racconta una storia fatta di chili: quella di Palma che cresce in una normalissima famiglia disfunzionale, tra una madre volubile, un padre lontano e una sorella fin troppo perfetta.

Palma mangia, e nel suo turbolento percorso di formazione, in cui scorrono trent’anni di Roma e d’Italia, trova in un videogioco la via d’uscita dall’incubo delle relazioni, del giudizio, del peso. Attraverso il gioco scopre le chatroom: lì conosce Angelo, un ragazzo con la passione per le donne grasse, con cui inizia una storia vera e al quale ha il coraggio e la gioia di mostrarsi per come è.

Ma non è facile distinguere l’amore dall’ossessione, e presto il rapporto con Angelo arriverà a farsi vessatorio. Palma saprà risolverlo a modo suo, mettendoci il cuore.

Domitilla Pirro è nata a maggio del 1985 e crede che le parole portino fortuna. È giornalista pubblicista e direttrice creatività&sviluppo di Fronte del Borgo della Scuola Holden di Torino. Con Sote’ ha vinto la quinta edizione del concorso letterario 8×8; suoi racconti sono usciti sulla Repubblica, Linus, abbiamoleprove.com.

È docente del laboratorio di scrittura creativa per donne operate organizzato dalla Susan G. Komen Italia

È in debito eterno verso Marcello Fois, suo docente di Racconto&Romanzo durante il biennio in storytelling, che l’ha assistita nella stesura del primo romanzo.

 

Cosa: Margherita Loy e Dimitilla Pirro
Quando: sabato 13 e domenica 14 aprile alle 18
Dove: Caffè Lettera 22 via Mazzini 84, Viareggio
Ingresso libero