Al Musa di Pietrasanta, “Paperman”, il documentario dedicato a James Lake

Venerdì 9 ottobre 2020 al Musa di Pietrasanta, quarto appuntamento del ciclo “L’arte messa in quadro”, dedicato al documentario sull’arte.

In programma, alle 17, c’è il film Paperman, di Domenico Zazzara, che racconta la storia dello scultore James Lake e delle sue opere: grandi sculture realizzate utilizzando piccoli pezzi di cartone.

Lake, 44 anni, a 17 subisce l’amputazione della gamba destra. Chiuso nella sua camera da letto, incapace di muoversi, scopre in quel materiale leggero e facilmente reperibile il mezzo ideale per comunicare e raccontarsi. Oggi le sue sculture, realizzate con una tecnica unica al mondo, continuano a parlare di fragilità umana.

Il film segue James nel viaggio dal Devon alla Biennale Internazionale della Carta di Lucca, dove è stato invitato a realizzare una scultura monumentale in cartone, la più grande e impegnativa della sua carriera.

Paperman è una parabola universale sul superamento dei propri limiti – fisici e psicologici – e sul valore della crescita e del cambiamento.

A presentarlo al Musa saranno Gianluca Paoletti Barsotti, assegnista di ricerca dell’Università di Pisa e curatore de “L’arte messa in quadro”. E il regista di Paperman Domenico Zazzara.

 

Info

Cosa: Paperman, di Domenico Zazzara
Dove: Musa, via Sant’Agostino 61, Pietrasanta
Quando: venerdì 9 ottobre 2020, ore 17
Ingresso libero. Prenotazione obbligatoria
sul sito Musa

 

Immagine in alto: fotogramma da Paperman, Domenico Zazzara