Anche in Versilia: tutto chiuso per il Covid-19

Il decreto governativo dell’8 marzo 2020 stabilisce tra l’altro la chiusura, fino al 3 aprile, di cinema, teatri e musei

 

Qualcuno (pochi in realtà) aveva provato a mantenere aperti i locali pubblici, i cinema, i musei. Ma il nuovo decreto del Governo, emanato l’8 marzo e immediatamente esecutivo, blocca tutto.

Chiusi cinema, teatri e musei

“Per tutto il territorio nazionale”, si legge nel decreto, “è disposta la sospensione di eventi cinematografici, teatrali, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato”.

Sono sospese anche “le attività di pub, sale da ballo, sale giochi, sale scommesse e discoteche”.

È sospesa “l’apertura dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura”.

 

Regole per bar e ristoranti

Le attività di ristorazione e bar sono consentite, “con obbligo, a carico del gestore, di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

Per gli altri esercizi commerciali è “fortemente raccomandato” che il gestore adotti misure tali da consentire un accesso “con modalità contingentateo comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nerl rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro tra i visitatori”.

 

Sport a porte chiuse

Palestre e piscine possono continuare a stare aperte a patto che i frequentatori possano mantenere la distanza di un metro gli uni dagli altri.

Sono sospesi “gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in goni luogo, sia pubblico sia privato”. Sono consentiti però lo svolgimento di questi eventi, e delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico”.

 

Foto di bigter choi da Pixabay