Stefano Bollani: piano solo nelle cave di Carrara

Il 3 agosto lo spettacolo nello straordinario scenario di Fantiscritti

di redazione

Stefano Bollani e il suo pianoforte saranno i protagonisti, venerdì 3 agosto, di uno spettacolo straordinario: per la musica, ma anche per lo scenario, unico al mondo, le Cave di Fantiscritti, a Carrara.

Si tratta di una cava di marmo bianco, una delle più spettacolari delle Alpi Apuane, tra le preferite – si dice – di Michelangelo, e deve il suo nome a un bassorilievo di epoca romana (III secolo d.C.). Da alcuni anni la cava di Fantiscritti è utilizzata anche per eventi che la collocazione trasforma in esperienze uniche.

Stefano Bollani si esibirà in uno spettacolo “Piano solo”, all’insegna dell’improvvisazione: il pianista non seguirà una scaletta o un programma, ma trascinerà gli spettatori in un viaggio nella musica da Bach ai Beatles, da Stravinskij alla canzone italiana e al pop, confermando la sua versatilità.

Diplomato al Conservatorio di Firenze, dopo una prima esperienza nel mondo del pop, si rivolge decisamente al jazz, con la fondamentale collaborazione, iniziata nel 1996 e mai interrotta, con Enrico Rava, al fianco del quale tiene centinaia di concerti e incide 13 dischi.

Bollani non ha tuttavia mai abbandonato la musica classica, e si esibisce come solista con orchestre come la Filarmonica della Scala, Santa Cecilia di Roma o la Toronto Symphony Orchestra, diretto da maestri come Zubin Mehta, Antonio Pappano e soprattutto Riccardo Chailly, con cui incide Rhapsody in Blue e Concerto in Fa di Gershwin in un cd (2010) che vince il Disco di Platino.

Autore di libri e romanzi, si è dedicato anche alla radio, con la trasmissione Dottor Djembé (con David Riondino e Mirko Guerrini), al teatro, lavorando tra gli altri con Claudio Bisio, Maurizio Crozza, Marco Baliani e Lella Costa, e alla televisione, per la quale è ideato e condotto Sostiene Bollani (Rai 3, 2011 e 2013) e L’importante è avere un piano (Rai 1, 2016).

“SOLO è un termine che può portare fuori strada”, spiega Bollani. “In concerto sono sempre in compagnia. Del pubblico e di quel che trasmette, dei miei pensieri, del cibo che ho appena mangiato, dell’acustica del luogo, del monitor e dell’ impianto audio approntato dal buon Roberto Lioli, che da anni funge da tramite fra il mio piano e il resto del mondo. Grazie a lui, io stesso mi faccio strumento e mi diverto a vedere cosa nasce improvvisando, come il suono che si crea dentro me si incanala nelle mani, arriva al piano quindi al pubblico”.

Per raggiungere le cave saranno a disposizione bus navetta gratuiti. È possibile utilizzare mezzi propri, ma solamente scooter e moto.

L’11 agosto le cave di Fantiscritti ospiteranno Neri Marcorè in uno spettacolo-omaggio a Fabrizio De Andrè intitolato “Come una spedie di sorriso”.

 

Cosa e quando:
Stefano Bollani, “Piano solo”, 3 agosto
Dove: Cave di Fantiscritti, Carrara
Orario: 21,30
Biglietti: I settore 30 euro, II settore 22 euro, III settore 15 euro
Info e prevendite: www.ad-astra.it

Foto: Mauro Diazzi – Just in time