Carnevale di Viareggio: maschere fuori concorso con Pinocchio e i De Sica

Scelte le due maschere isolate fuori concorso che sfileranno al Carnevale di Viareggio il prossimo febbraio: “Di padre in figlio” dedicata a Pinocchio e i Re-gisti

 

Il rapporto fra le generazioni, fra genitori e figli, è il tema del Carnevale di Viareggio 2020, in programma il 1, 9, 15, 20, 23 e 25 febbraio.

A proporre la loro lettura dell’argomento saranno anche due maschere isolate fuori concorso, che sfileranno grazie al progetto voluto dalla Fondazione Carnevale e dal Rotary Club Viareggio Versilia, che hanno bandito la realizzazione di due opere sul tema “generazioni”.

Le maschere, che sono state scelte fra i cinque progetti presentati, sono Di padre in figlio… una favola quotidiana, di Pierfrancesco Giunti con la collaborazione artistica del maestro Mario Madiai, e I Re-gisti di Michele Deledda.

 

Di padre in figlio

Il complicato rapporto padre-figlio da sempre appassiona le generazioni; il successo planetario del romanzo Le avventure di Pinocchio ne è la metafora. Tentazioni e pericoli si paventano nel percorso di crescita del protagonista, creato da Carlo Collodi. Ma alla fine la tenacia dell’amore tra padre e figlio riesce a trasformare in bambino vero anche quel famoso burattino animato dai fili insidiosi della vita.

 

I Re-gisti

Omaggio a due grande attori e registi del cinema italiano: il premio Oscar Vittorio De Sica e il figlio Cristian nella costruzione di Michele Deledda che ironizza con un gioco di parole incentrato sulle carta del re di cuori.

I-Re-gisti-di-Michele-Deledd

I Re-gisti, di Michele Deledda

 

Foto grande: Di padre in figli0… una favola quotidiana, di Pierfrancesco Giunti su bozzetto del maestro Mario Madiai