Cinema: in sala il Ligabue di Elio Germano

ATTENZIONE, in base al Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri dell’8 marzo 2020, tutte le attività di cinema, teatri e musei sono sospese fino al 3 aprile 2020.

 

Esce mercoledì 4 marzo nei cinema della Versilia, “Volevo nascondermi”, con Elio Germano. Tra le novità anche “Doppio sospetto”, il documentario “Alla mia piccola Sama” e il musical “Cat

 

Continua l’effetto coronavirus sulla programmazione dei cinema. Le sale sono rimaste semivuote nello scorso week end, i distributori ritardano le uscite, e gli esercenti recuperano pellicole già uscite nella stagione.

Fa eccezione Volevo nascondermi, il film di Giorgio Diritti, in cui uno strepitoso Elio Germano interpreta il pittore Ligabue: un’interpretazione che è valsa all’attore italiano l’Orso d’oro a Berlino.

Tra le novità in sala anche il thriller Doppio sospetto e il toccante documentario Alla mia piccola Sama, ambientata nella Aleppo assediata dalla guerra. Nuovo per la Versilia anche la versione cinematografica di uno del musical più famosi di sempre, Cats.

Tra i “ripescaggi”, Judy!, Dio è donna e si chiama Petrunya, Piccole donne, Sonic. Il film e Il richiamo della foresta.

Ecco la nostra consueta, rapida guida ai film in sala. Per conoscere i dettagli della programmazione nei cinema della Versilia clicca qui.

 

Le novità
Volevo nascondermi

“Volevo nascondermi… ero un uomo emarginato, un bambino solo, un matto da manicomio, ma volevo essere amato”. Toni, Antonio Ligabue, è figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera. Vive per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame. L’incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati è l’occasione per riavvicinarsi alla pittura, l’inizio di un riscatto in cui l’arte è la vera possibilità di farsi riconoscere e amare dal mondo. “El Tudesc” diventerà il pittore immaginifico che dipinge il suo mondo di tigri, gorilla e giaguari stando sulle sponde del Po. Anche quando sarà rinchiuso in manicomio riprenderà a dipingere, ma sarà con l’uscita dall’Ospedale psichiatrico, il punto di svolta. La fama gli consente di ostentare un raggiunto benessere e aprire il suo sguardo alla vita e ai sentimenti.
Con la regia di Giorgio Diritti e l’interpretazione di Elio Germano, Orso d’oro al Festival di Berlino.

 

Doppio sospetto

Il film del belga Olivier Masset-Depasse racconta di due donne: un’improvvisa tragedia sradica le loro vite e le loro famiglie, costringendole a mettere in discussione le relazioni di una volta. Tratto dal romanzo di Barbara Abel e trasposto negli anni ’60, con i suoi cromatismi fiammanti e la verginità tecnologica, Doppio sospetto è un thriller psicologico che dichiara a ogni fotogramma la sua venerazione per i classici: Hitchcock, ma anche Sirk.

 

Alla mia piccola Sama

Il film è il viaggio di una giovane donna, la regista Waad Al-Kateab (che firma insieme con Edward Watts), attraverso l’amore, il matrimonio e la maternità in cinque anni di rivoluzione ad Aleppo, in Siria. Un documentario intimo e viscerale sull’esperienza femminile della guerra.
Waad affronta una decisione impossibile: deve fuggire dalla città per proteggere la vita della figlia? Ma lasciare significa abbandonare la lotta per la libertà per la quale ha già sacrificato così tanto.
Candidato agli Oscar come migliore documentario.
Nella versione italiana la voce narrante è di Jasmine Trinca.

 

Cats

Versione cinematografica, firmata dal regista Tom Hooper (premio Oscar con Il discorso del re), del celeberrimo musical di Andrew Lloyd Webber, andato in scena per 21 anni a Londra e ancora più a lungo a Broadway.
Protagonisti sono i gatti del quartiere Jellicle, che si ritrovano per l’annuale ballo e per festeggiare la gatta Old Deuteronomy. Nel corso della gigantesca festa, uno dei gatti partecipanti verrà scelto per salire al paradiso dei Jellicle Cats, L’Heaviside Layer. Vincerà chi racconterà meglio la propria storia.
Nel cast Judi Dench, Ian McKellen, Idris Elba, Jennifer Hudson e Taylor Swift.

 

 

Ancora in sala
Judy!

Renée Zellweger interpreta la grande Judy Garland, nel momento finale di una carriera strepitosa, iniziata a 16 anni con la Dorothy del Mago di Oz.

Nell’inverno del 1968 Judy è a Londra per esibirsi al The Talk of the Town. Mentre si prepara per lo show, Judy litiga con i manager, affascina i musicisti e si abbandona ai ricordi insieme agli amici e ai fan. Incontra Mickey Deans, che diventerà presto il suo quinto marito. Ma dopo aver lavorato per 45 dei suoi 47 anni, l’attrice e cantante è esausta, afflitta dai ricordi di un’infanzia perduta e tormentata dal desiderio di tornare a casa dai suoi figli.

 

Piccole donne

La scrittrice e regista Greta Gerwig (suo l’apprezzatissimo Lady Bird) ha realizzato il film basandosi sul romanzo di Louisa May Alcott ma anche sui suoi scritti, ripercorrendo avanti e indietro nel tempo la vita dell’alter ego dell’autrice, Jo March, interpretata dall’attrice icona della Gerwig, Saoirse Ronan. La storia delle sorelle March – quattro giovani donne ognuna determinata a inseguire i propri sogni – si conferma intramontabile e attuale. Le altre sorelle, Meg, Amy e Beth, sono interpretate da Emma Watson, Florence Pugh ed Eliza Scanlen. Nel cast anche Timothee Chalamet nei panni del loro vicino Laurie, Laura Dern in quelli di Marmee, e Meryl Streep che interpreta la zia March.

 

Dio è donna e si chiama Petrunya

Petrunija è una donna macedone che sta cercando un lavoro come storica ma non riesce a trovare niente di adeguato. Durante la cerimonia dell’Epifania ortodossa, decide di prendere parte al rito della croce di legno lanciata nelle acque locali. Chi trova quella croce sarà benedetto per tutto l’anno. La fortunata è proprio lei ma le conseguenze saranno diverse da quello che si aspettava.

 

Sonic. Il film

Diretto da Jeff Fowler, il cartoon ha come protagonista il personaggio dei videogames Sonic, un extraterrestre di colore blu che sembra un riccio, possiede la supervelocità, sa saltare altissimo e combatte usando l’energia cinetica.

Con l’aiuto di Tom Wachowski, sceriffo di Green Hills nel Montana, Sonic dovrà sconfiggere uno scienziato pazzo, il Dr. Ivo Robotnik (Jim Carrey nella versione originale).

 

Il richiamo della foresta

Trasposizione cinematografica del capolavoro di Jack London (pubblicato nel 1903), il film racconta la storia del cane Buck. Che durante la corsa all’oro del 1890 si trova a dover abbandonare la vita tranquilla in California, per finire in Alaska a fare il cane da slitta.
I film è interpretato da Karen Gillan, Harrison Ford e Bradley Whitford, mentre Buck è animato in computer grafica. Il regista Chris Sanders, è una nota firma di casa Disney.