Cinema: in sala “L’Immortale”, con il Ciro di “Gomorra”

Tra le uscite della settimana, nei cinema della Versilia, anche “Cena con delitto”, con Daniel Craig, e “L’inganno perfetto”, con Helen Mirren e Ian McKellen

 

Non sono molte le novità nei cinema della Versilia, questa settimana. La più attesa è sicuramente L’Immortale, il film diretto e interpretato da Marco D’Amore, che ha come protagonista il Ciro della serie Tv Gomorra. Daniel Craig è il protagonista di un giallo in stile Agatha Christie, Cena con delitto, mentre una grande coppia di attori inglesi, Helen Mirren e Ian McKellen si incontrano e scontrano in L’inganno perfetto.

Per il resto, molte conferme: dal cartoon Disney Frozen 2, al Polanski di L’ufficiale e la spia. E poi Woody Allen con il suo Un giorno di pioggia a New York, Il peccato, dedicato a Michelangelo e Cetto C’è di Antonio Albanese.

Da segnalare, alle Scuderie Granducali di Seravezza, l’edizione restaurata in lingua originale di un grande classico del cinema: Vertigo. La donna che visse due volte, di Alfred Hitchcock, con James Stewart e Kim Novak.

Per conoscere i dettagli della programmazione e gli orari, clicca qui.

 

Le nuove uscite
L’Immortale

Marco D’Amore interpreta e dirige il film, ispirato al personaggio di Ciro Di Marzio, protagonista della serie Tv Gomorra.

D’Amore racconta l’infanzia e l’educazione criminale di Ciro. Attraverso i flash back rievoca il momento della nascita, nel mezzo del terremoto del 1980. L’infanzia nelle strade di Napoli, figlio di nessuno, dove sopravvive come può. Ricordi vividi di una vita che l’hanno reso ciò che è: Ciro Di Marzio, l’Immortale.

 

Cena con delitto

Rian Johnson realizza un film che è un omaggio alla regina del giallo Agatha Christie.  Un ricco romanziere, viene trovato morto, la mattina dopo la festa per il suo 85° compleanno. Il detective Benoit Blanc (Daniel Craig), sospetta un omicidio. Tutti, nella numerosa famiglia del defunto, sono potenziali sospettati. Tanti ed evidenti i richiami alla grande scrittrice, per una trama che è tuttavia del tutto originale.

 

L’inganno perfetto

Una coppia di grandi attori per il film tratto da un best seller di Nicholas Searle: Helen Mirren e Ian McKellen. I due si incontrano on line. Lui è un abile truffatore, lei una ricca vedova. Lui progetta una truffa rapida e fruttuosa, ma le cose non sono mai come appaiono a prima vista.

 

Ancora in sala
Frozen 2. Il segreto di Arendelle

Tornano sul grande schermo i protagonisti di Frozen, il Regno di Ghiaccio, strepitoso successo targato Walt Disney: le sorelle Anna ed Elsa, e con loro Kristoff, Olaf e l’alce Sven.
La vicenda è ambientata tre anni più tardi. Un canto misterioso risveglia in Elsa i poteri magici legati ad alcuni spiriti incantati. Quando tutti gli elementi (fuoco, acqua, vento e terra) si abbattono sulla città di Arendelle, Elsa decide di dirigersi verso Nord con i suoi compagni, per scoprire la causa della morte dei suoi genitori e l’origine del suo incredibile dono.
Nella versione italiana sono state confermate le voci del primo film: Serena Rossi (Anna), Serena Autieri (Elsa, Regina Delle Nevi), Enrico Brignano (Olaf) e Paolo De Santis (Kristoff).

 

Un giorno di pioggia a New York

Woody Allen torna alla sua Manhattan con questa commedia romantica. Due giovani fidanzati fidanzatini, Gatsby (Timothée Chalamet) e Ashleigh (Elle Fanning), arrivano a New York per trascorrere insieme un weekend romantico. Ma il loro programma va comicamente in fumo non appena mettono piede in città.
Fin dal loro arrivo in città, si ritrovano separati e si imbattono in una serie di incontri casuali e bizzarre avventure, ciascuno per proprio conto.

 

L’ufficiale e la spia

Roman Polanski porta sullo schermo il caso Dreyfus, che alla fine dell’800 turbò profondamente la politica e l’opinione pubblica francese. Molto apprezzato dalla critica, il film è tratto dal romanzo storico di Robert Harris.
Il 5 gennaio 1895, il capitano dell’esercito francese Alfred Dreyfus (Louis Garrel), viene degradato e condannato all’ergastolo con l’accusa, falsa, di spionaggio per conto della Germania. Un altro militare, Georges Picquart (Jean Dujardin), viene promosso a capo della stessa unità del controspionaggio militare che ha montato il caso contro Dreyfus. Polanski racconta la vicenda trasformando, con una regia impeccabile, il caso storico in una sorta di avvincente legal thriller. Nel cast anche Emmanuelle Seigner.

 

Cetto c’è. Senzadubbiamente

Torna in sala Cetto La Qualunque, indimenticabile personaggio di Antonio Albanese. In questo terzo capitolo, Senzadubbiemente, troviamo Cetto in Germania, dove gestisce una catena di ristoranti e pizzerie. Richiamato in Calabria al capezzale di una zia, Cetto torna al suo paese, Marina di Sopra, dove ora è sindaco suo figlio Melo. La zia rivela a Cetto che il suo vero padre non è, come credeva, un venditore ambulante di candeggina, ma il principe Luigi Buffo di Calabria. Cetto si trasforma così in un sovrano “assolutista”.

 

Il peccato. Il furore di Michelangelo

È dedicato a Michelangelo il film del regista russo Andrei Konchalovsky, due volte Leone d’Argento a Venezia (l’ultima nel 2016 con Paradise). Girato in gran parte in Toscana, e in particolare tra le cave di Seravezza, Massa e Carrara, il film è interpretato da Alberto Testone nel ruolo del protagonista. Orso Maria Guerrini è il marchese Malaspina, Massimo De Francovich Papa Giulio II e Nicola Adobati Lorenzo de Medici.

 

Per conoscere i dettagli della programmazione e gli orari, clicca qui.

 

Nella foto, Ciro D’Amore in L’Immortale