Cinema: tra le novità l’ultimo Cint Eastwood e “Jojo Rabbit”

Da giovedì 16 gennaio nei cinema della Versilia arrivano “Richard Jewell” di Clint Eastwood, “Il Paradiso probabilmente” di Elia Suleiman e “Jojo Rabbit”. Ancora in sala “Hammamet” e “Piccole donne”

 

Richard Jewell, l’ultimo lavoro di Clint Eastwood, ispirato a una storia vera, e l’ironico Jojo Rabbit sono tra i film in uscita questa settimana nelle sale della Versilia. Al debutto anche Il Paradiso probabilmente, diretto da Elia Suleiman e, per i giovanissimi, Me contro te, con Luì e Sofì.

Ancora in programmazione il discusso Hammamet e Piccole donne.

Ecco la nostra consueta guida ai film in Versilia.

 

Le novità
Jojo Rabbit

Accompagnato dalla notizia della candidatura a sei premi Oscar (tra cui miglior film e migliore attrice non protagonista, per Scarlett Johansson, che interpreta la mamma del piccolo protagonista) arriva in sala Jojo Rabbit.

Il regista, Taika Waititi, di madre ebrea e padre maori, è da sempre impegnato contro il pregiudizio, con una satira “anti-odio”. E non si smentisce in questo film, in cui è anche interprete nello scomodo ruolo di Adolf Hitler.

Il protagonista, Jojo Betzler (Roman Griffin Davis) ha dieci anni nella Germania nazista, e molte difficoltà a relazionarsi con i suoi coetanei. Che lo battezzano Jojo Rabbit (coniglio), per sottolineare le sue difficoltà. Per affrontare un mondo che gli sembra sempre ostile, Jojo si rivolge al suo amico immaginario che ha il volto di Hitler. Un giorno scopre che la madre nasconde in soffitta Elsa (Thomasin McKenzie), una ragazza ebrea. Tra Jojo e Elsa nasce un’amicizia che porta il ragazzino a guardare con altri occhi quanto sta succedendo intorno a lui e a dubitare della propaganda nazista.

 

Richard Jewell

Clint Eastwood torna dietro la cinepresa per una storia basato su fatti realmente accaduti. Il protagonista, Richard Jewell (Paul Walter Hauser) è una guardia di sicurezza che riferisce di aver trovato il dispositivo dell’attentato dinamitardo che colpì le Olimpiadi di Atlanta del 1996. Il suo tempestivo intervento salva numerose vite, rendendolo un eroe. Nel giro di pochi giorni però, Richard diventa il sospettato numero uno dell’Fbi, attaccato dalla stampa e dalla popolazione, assistendo al crollo della sua vita. Nel cast due premi Oscar, Sam Rockwell e Kathy Bates, e Olivia Wilde.

 

Il Paradiso probabilmente

Elia Suleiman, regista palestinese, parte dalla Palestina in cerca di una patria alternativa, ma si rende conto che la Palestina lo segue come un’ombra. Quella che doveva essere la promessa di una nuova vita si trasforma in una commedia degli errori, Non importa quanta strada percorra, da Parigi a New York, c’è sempre qualcosa che gli ricorda casa.
Suleiman presenta una saga comica che esplora identità, nazionalità e senso di appartenenza, nella quale ES pone la domanda fondamentale: qual è quel luogo che possiamo veramente chiamare casa?

 

Me contro te. Il film

Debutto al cinema per la coppia Luì e Sofì, al secolo Sofia Scalia e Luigi Calagna, con questo breve film dedicato ai milioni di giovanissimi fan, che da alcuni anni li amano e li seguono su Youtube (dove vantano 4,5 milioni di iscritti) e sugli altri canali social.

La nuova avventura li vede ancora una volta impegnati contro il malefico Signor S, che sta lavorando ad un piano per diventare il padrone del mondo.

 

Ancora in sala
Hammamet

Gianni Amelio, con il suo 12° film, riflette su un momento cruciale della nostra storia recente. A 20 anni dalla morte, sceglie di raccontare uno dei leader più discussi del ’900 italiano, Bettino Craxi. Il ruolo è affidato a un Pierfrancesco Favino in grande forma, trasformato, dal trucco e dalla sua abilità di attore, in un sosia praticamente perfetto.

Basato su testimonianze reali, il film non vuole essere una cronaca fedele né un pamphlet militante. La narrazione sceglie gli ultimi sei mesi di vita di Craxi, che già da tempo si era trasferito ad Hammamet, in Tunisia. E si sviluppa su tre caratteri principali: il re caduto, la figlia che lotta per lui, e un terzo personaggio, un ragazzo misterioso, che si introduce nel loro mondo e cerca di scardinarlo dall’interno.

 

Piccole donne

La scrittrice e regista Greta Gerwig (suo l’apprezzatissimo Lady Bird) ha realizzato il film basandosi sul romanzo di Louisa May Alcott ma anche sui suoi scritti, ripercorrendo avanti e indietro nel tempo la vita dell’alter ego dell’autrice, Jo March, interpretata dall’attrice icona della Gerwig, Saoirse Ronan. La storia delle sorelle March – quattro giovani donne ognuna determinata a inseguire i propri sogni – si conferma intramontabile e attuale. Le altre sorelle, Meg, Amy e Beth, sono interpretate da Emma Watson, Florence Pugh ed Eliza Scanlen. Nel cast anche Timothee Chalamet nei panni del loro vicino Laurie, Laura Dern in quelli di Marmee, e Meryl Streep che interpreta la zia March.

 

 

Nella foto, Il Paradiso probabilmente di Elia Suleiman