Da Haydn a Chopin, pianoforte di scena a Pieve a Elici

Per il Festival di musica da camera della Versilia, domenica 19 agosto concerto di Anna Kravtchenco

di redazione

Haydn, Rachmaninov, Chopin: sono gli autori scelti dalla pianista Anna Kravtchenco per il concerto di domenica 19 agosto, penultimo appuntamento con il Festival di musica da camera della Versilia di Pieve a Elici.

Si inizia con la Sonata per pianoforte n. 15 in mi maggiore Hob: XVI:13 di Franz Joseph Haydn, pubblicata a Londra intorno al 1790. Un pezzo poco eseguito, articolato in tre movimenti (moderato, minuetto e finale), caratterizzato dalla freschezza dei brani pensati per l’intrattenimento.

È di Sergej Rachmaninov il secondo brano in programma: la Sonata per pianoforte n. 2 in si bemolle minore, Op. 36. Un lavoro complesso, che il musicista iniziò nel 1913 e ritoccò e tagliò fino alla versione definitiva, arrivata nel 1931. In tre movimenti, la sonata assume ora toni epici, ora misurati e delicati, che confluiscono nell’impeto del finale.

Kravtchenco si cimenterà infine nell’esecuzione dei sette struggenti Notturni di Fryedryk Chopin, tra i quali i tre dell’Opera 9, i più celebri, dedicati a Maria Pleyel, dei quali l’autore curò personalmente la pubblicazione nel 1832. Intimi, intensi e coinvolgenti, i brani risentono delle influenze romantiche dell’epoca e della personalità lirica e talvolta tormentata di Chopin.

Cosa: Anna Kravtchenco, Festival di musica da camera della Versilia
Dove: Chiesa di San Pantaleone, Pieve a Elici (Massarosa)
Quando: domenica 19 agosto, ore 21,15
Biglietti: 12 euro (ridotto 10 euro)
Prevendita: non prevista; la biglietteria apre alle 20,15