Da Pietrasanta a Lucca: in 2.700 sulla via Francigena

Iscritti da record per la seconda edizione della Francigena Tuscany Marathon, camminata non competitiva in programma domenica 30 settembre. Quattro i possibili percorsi, per altrettanti livelli di difficoltà

di redazione

 

La partenza è per domenica mattina, alle 7, da piazza Duomo a Pietrasanta: e saranno ben 2.700 a prendere la via Francigena verso Lucca, per la seconda edizione della Francigena Tuscany Marathon, la camminata ludico-motoria non competitiva sull’antica strada dei pellegrini.

Non tutti, però, arriveranno fino al capoluogo: quattro sono infatti le distanze previste, e oltre compiere la maratona completa, di 42 chilometri, è possibile fermarsi a Camaiore (11 chilometri) o a Valpromaro (22 chilometri), mentre un terzo percorso di 12 chilometri porta da Valpromaro a Lucca. E se il percorso completo è per camminatori esperti, i due più brevi sono alla portata di tutti.

Attenzione però: niente iscrizioni dell’ultim’ora. Il numero massimo di partecipanti è stato raggiunto (e superato, visto che in un primo tempo era stato fissato a 2.500) già due mesi fa.

 

Il percorso

Perché, oltre al crescente successo delle manifestazioni legate al cammino, al trekking, alle maratone più o meno competitive, la Francigena Tuscany Marathon può contare su un percorso di eccezionale bellezza.

La camminata si svolge sull’antico sentiero di Sigerico, attraverso i comuni di Pietrasanta, Camaiore, Massarosa e Lucca, tra arte, cultura, natura e paesaggi incantevoli.

E se la prima edizione, nel 2017, fu infastidita dalla pioggia, per quest’anno le previsioni danno tempo bello e fresco: l’ideale per i moderni pellegrini.

Organizzata dagli Amici della Via Francigena con il sostegno di numerosi gruppi di volontari, la Francigena Tuscany Marathon sarà salutata alla partenza da un drappo di 27 metri steso lungo il campanile del Duomo di San Martino, realizzato dall’artista Matteo Castagnini, con i ragazzi dell’associazione Cuore Speciale.

E la partenza sarà di per sé uno spettacolo, anche per chi non partecipa alla maratona.

 

Alla scoperta della bellezza

“Lo scopo di questa camminata è valorizzare un tratto molto bello della Versilia e della Lucchesia”, spiega Adriano Bigongiari, presidente degli Amici della via Francigena. “1.200 partecipanti sono toscani con la provincia di Lucca la più rappresentata con 620 iscritti seguita da Torino con 380. Ci sono anche 11 stranieri, fra cui un australiano. Accoglienza, disponibilità, solidarietà: sono questi gli aggettivi più belli che corrono a fianco a ciascuno degli iscritti. E naturalmente i 230 volontari”.

 

L’organizzazione

Lungo il percorso ci saranno sei punti ristoro, a Camaiore, Montemagno, Valpromaro, Vecoli, San Macario e Lucca. Ognuno avrà la sua offerta particolare: frutta, dolcetti, pasta, panini, biscotti artigianali, succhi di frutta, tè, caffè e ovviamente tanta acqua.

A Valpromaro e Lucca le navette attenderanno i “pellegrini” per il rientro a Pietrasanta.

Circa 20 fotografi del Gruppo Fotografico Versiliese saranno dislocati lungo il percorso. Le foto scattate verranno poi elaborate da Tagily (www.tagily.it) un software che permetterà di identificare, grazie ai pettorali, tutti i partecipanti: che così potranno, sul sito web dedicato, cercare e scaricare le foto in cui sono presenti grazie al solo numero di pettorale.

La Francigena Tuscany Marathon è il terzo evento del circuito delle Francigene Marathon, e segue quelle di Acquapendente e della Val di Susa. La prossima sarà la UltraMarathon del prossimo 27 e 28 di ottobre, 120 chilometri di fatica e bellezza, da Siena ad Acquapendente.

 

Cosa: Francigena Tuscany Marathon, camminata non competitiva
Dove: da Pietrasanta a Lucca
Quando: domenica 30 settembre, ore 7
Sito web: https://www.francigenatuscanymarathon.com/

 

Nella foto: la partenza della Francigena Tuscany Marathon 2017 da piazza Duomo, Pietrasanta