Dal 7 novembre il Pisa Book Festival: protagonista l’Europa

Da 7 al 10 novembre al Palazzo dei congressi, l’edizione numero 17 del Pisa Book Festival, il salone degli editori indipendenti, dedicato quest’anno all’Europa. L’inaugurazione con Marco Malvaldi

 

È dedicata all’Europa e alle sue culture l’edizione 2019 del Pisa Book Festival, il salone degli editori indipendenti, in programma da giovedì 7 a domenica 10 novembre al Palazzo dei Congressi di Pisa.

Fittissimo il calendario degli appuntamenti, anche per questa diciassettesima edizione, con oltre 200 presentazioni di libri. Ma ci saranno anche seminari per traduttori, laboratori di illustrazione e letture.

I 160 espositori “indie” presenti mettono in vendita nei loro stand migliaia di titoli per tutti i gusti e tutte le età.

 

Europa protagonista

Ospite d’onore del Festival sarà quest’anno l’Europa: un intero continente, con le sue molteplici culture, e con focus particolari dedicati al Portogallo alla Romania.

Nei giorni del Pisa Book Festival ricorre il trentennale della caduta del Muro di Berlino. E negli incontri si parlerà di identità e memoria, della vita ai tempi del regime e dei confini fisici e psicologici, ma anche della storia e del futuro dell’Europa. All’anniversario sarà dedicata anche una conversazione con Franco Cardini, Manlio Dinucci e Giulietto Chiesa.

Al focus sulla Romania parteciperanno tre scrittori, Radu Pavel Gheo, Claudiu Florian ed Eugen Uricaru che, a partire dai loro ultimi romanzi, racconteranno gli anni della dittatura.

Per il Portogallo ci saranno Almeida Faria, Luis Cardoso e Valèrio Romao.

Tra gli ospiti europei anche lo spagnolo Manuel Vilas, accompagnato dal suo più recente successo, In tutto c’è stata bellezza.

 

Dalla Toscana all’Italia

Sarà Marco Malvaldi, lo scienziato-giallista pisano, a inaugurare il Festival con la sua lectio intitolata Perché scrivo.

Tra i toscani anche Sandro Veronesi e Marco Vichi, che presenteranno in anteprima i loro nuovi romanzi: il primo con Il Colibrì, il secondo con la nuova avventura del suo commissario Bordelli. E poi Edoardo Nesi, con il recentissimo La mia ombra è tua e Giampaolo Simi con I giorni del giudizio.

Il cantautore e attore livornese Bobo Rondelli si mostrerà nella sua veste inedita di autore di una intensa autobiografia legata al padre.

Ma saranno numerosi anche gli scrittori da tutta Italia. Tra loro Lina Bolzoni, Emanuele Trevi, Giulia Corsalini, Paolo Di Paolo.

Non solo letteratura, ma anche la storia recente d’Italia, con Benedetta Tobagi e il suo Piazza Fontana. Il processo impossibile. Di Islam fra passato e presente si parlerà con Arturo Marzano.

La sezione Scienza e natura sarà dedicata quest’anno al rapporto tra l’uomo e la Terra; tra gli incontri in programma quello con Francesco Verso e Roberto Paura, curatori dell’antologia Antropocene.

 

La mostra a Palazzo Blu

E come da tradizione, in contemporanea con il Festival, Palazzo Blu ospiterà una mostra dedicata all’illustrazione. Quest’anno è dedicata a Terraneo, il libro di Marino Amodio e Vincenzo Del Vecchio che immagina il mar Mediterraneo come un’isola, anziché come un mare. Un’isola in cui tutti i popoli che vi si affacciano sono abitanti della stessa terra.

 

Info

Cosa: Pisa Book Festival
Quando: da giovedì 7 a domenica 10 novembre 2019
Orari: giovedì dalle 15 alle 20; da venerdì a domenica dalle 10 alle 20
Dove: Palazzo dei Congressi, via Matteotti 1, Pisa
Biglietti: giovedì ingresso gratuito; da venerdì a domenica: 6 euro (ridotto 3 euro)
Prevendite su VivaTicket

Per scaricare il programma completo clicca qui.