Danza: al Verdi, prima nazionale, per “Butterfly colori proibiti”

In prima nazionale al Teatro Verdi di Pisa, venerdì 29 marzo, debutta “Butterfly colori proibiti”, ultima creazione di Artemis Danza e Monica Casadei. Un intenso balletto ispirato all’opera di Giacomo Puccini

 

Una danza impetuosa, appassionata e sensibile quella proposta da Monica Casadei e dalla compagnia da lei diretta – Artemis Danza –  che approda nuovamente, venerdì 29 marzo, al  Teatro Verdi di Pisa. Ultimo appuntamento della stagione di balletto organizzata in collaborazione con Fondazione Toscana onlus.

In prima nazionale, la compagnia propone “Butterfly colori proibiti”, spettacolo orchestrato tra la partitura di Giacomo Puccini e le atmosfere apocalittiche del compositore Luca Vianini, nel quale la danza interpreta il sentimento dell’attesa e della tragedia.

Corale e a tratti marziale, la danza è infatti chiamata a far vivere nel corpo e nelle viscere il dramma della protagonista, mentre Butterfly, sospesa, interpretata da Elena Annovi, è collocata in uno spazio-tempo astratto e puro.

Gli ultimi momenti di Cho Cho-san

Nella sua lettura di Madama Butterfly, Monica Casadei, che firma anche regia, luci e costumi, si concentra sugli ultimi momenti della vicenda, nei quali, dopo una lunga attesa trascorsa nell’illusione dell’amore, la protagonista sceglie una fine tanto repentina quanto consapevole, compiendo un gesto definitivo che, com’è nella pratica dell’harakiri, scelta tragica ed eroica, costituisce anche una forma di radicale affermazione del sé.

Un gesto muto ma dichiarato, così dirompente ed esplosivo da poter essere paragonato a una deflagrazione silenziosa, alla tragedia di Hiroshima.

Il legame con Mishima

Il tema dell’harakiri, profondamente legato alla tradizione samurai e a un preciso codice etico e morale che promuove l’esaltazione del valore, crea un legame tra l’eroina pucciniana e Yukio Mishima, autore di Colori Proibiti che, nel 1970, si tolse la vita attraverso la pratica del seppuku (suicidio rituale) durante una diretta televisiva. Due storie diverse, eppure accomunate dalla medesima scala di valori.

Installazione di Delio Gennai, noto artista pisano, per questa produzione Compagnia Artemis Danza, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Fondazione Teatro Verdi di Pisa, coproduzione Festival La Sfera Danza. Ringraziamenti per la collaborazione a Comune di Cortona, Teatro Signorelli, con il contributo di MiBAC, Regione Emilia-Romagna Assessorato alla Cultura.

Al termine dello spettacolo, è previsto un incontro-conversazione con la coreografa Monica Casadei a cura di Silvano Patacca, direttore artistico della Stagione di Danza.

Cosa: “Butterfly colori proibiti”

Quando: venerdì 29 marzo alle 21

Dove: Teatro Verdi di Pisa, Via Palestro 40 Pisa

Biglietti: posto unico numerato da 4 a 16 euro

Informazioni: 050 941111 e sul sito del teatro

 

foto: Vincenzo Cerati