“Documenti d’artista” al Musa di Pietrasanta

Venerdì 2 ottobre 2020 nuovo appuntamento con i documentari d’arte al Musa di Pietrasanta (ore 17, via Sant’Agostino 61).

Sarà presentato un progetto di ricerca interdisciplinare condotto da un gruppo di docenti dell’Università di Pisa, che coinvolge l’area di ricerca storico-artistica con quella di teatro, musica, cinema, televisione e media audiovisivi.

I lavori presentati in questa occasione sono tre e offrono uno sguardo su ambiti artistici diversi: quello di un videoartista, Marcantonio Lunardi, di un pittore-scultore, Sandro Martini, e di uno scenografo, Daniele Spisa. Tutto seguendo il filo rosso di un racconto audiovisivo che cerca di creare consonanze tra parola e immagini, e si offre come un invito alla scoperta – al di là dell’opera, intorno ad essa – della natura del processo artistico.

Lo scopo del progetto è sviluppare una riflessione, teorica e metodologica, su punti comuni e specificità di campo nell’indagine degli “strumenti” di cui l’artista si serve nella realizzazione dell’opera. E al tempo stesso, dar vita ad una ricognizione e un’analisi dei processi creativi e degli spazi di lavoro di una selezione di artisti contemporanei toscani attraverso la realizzazione di videoritratti.

Interviene Elena Marcheschi, ricercatrice dell’Università di Pisa. Introduce la videoproiezione Gianluca Paoletti Barsotti, assegnista di ricerca all’Università di Pisa.

L’appuntamento fa parte del ciclo di incontri dedicato al documentario sull’arte, L’arte messa in quadro.

L’ingresso è libero, con prenotazione obbligatoria attraverso il sito Musa Pietrasanta.

 

Nella foto, Sandro Martini