Edizione “light” del festival Lucca Jazz Donna

Dal 13 agosto 2020, quattro concerti per una edizione “light” della rassegna Lucca Jazz Donna. Rinviata al 2021 la 16a edizione

 

Lucca Jazz Donna, il festival dedicato ai talenti jazz al femminile, rinvia la 16a edizione, saltata causa Covid-19, al 2021. Ma nell’attesa presenta quattro concerti, con altrettante interpreti, per una versione “light”, inserita nel cartellone di “Musica Estate” al Real Collegio di Lucca.

Lucca Jazz Donna è organizzata dal Circolo Lucca Jazz insieme al Comune di Lucca, al Comune di Capannori, alla Provincia di Lucca, con il sostegno della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Le date di questa edizione “light” sono giovedì 13, 20, 27 agosto e 10 settembre, tutte a ingresso libero, nel chiostro di Santa Caterina, con il limite di 150 persone. I concerti iniziano alle 21.

A dirigere il palco e a presentare il festival sarà Michela Panigada.

 

Il programma

Giovedì 13 agosto apre la rassegna Claudia Tellini, cantante e autrice, ha alle spalle 20 anni di incisioni. Recentemente è stata ospite di Piero Frassi nel disco Our Factory dedicato a Andy Wharol. Già ospite di Lucca Jazz Donna, ha da poco concluso il lavoro, di prossima uscita, del pianista fiorentino Alessandro Galati con un pugno di brani da lei interpretati.

Il 20 agosto sul palco il Sara Maghelli Quintet. Giovane e attivissima jazz singer della scena toscana, Sara Maghelli porta il suo Great American Songbook e si esibisce insieme a Marco Cattani alla chitarra, Michele Vannucci alla batteria, Mirco Capecchi al contrabbasso, Fabrizio Desideri al sassofono.

Maghelli propone un viaggio attraverso le composizioni dei grandi autori americani quali George Gershwin, Cole Porter, Irving Berlin e molti altri resi celebri dalle voci di Ella Fitzgerald, Frank Sinatra, Billie Holiday.

Michela Lombardi è la protagonista della serata del 27 agosto. Lombardi è di casa a Lucca Jazz Donna, sin dalla prima edizione. Quest’anno porterà il nuovo album Shape Of My Heart – The Music Of Sting, realizzato con il Piero Frassi Circles Trio per celebrare la gigantesca opera di Sting. Sul palco insieme a lei saliranno Piero Frassi al pianoforte, Gabriele Evangelista al contrabbasso, Bernardo Guerra alla batteria.

Si tratta di una rilettura jazz dei brani più noti di Sting, sia nei suoi dischi da solista che in quelli della fase in cui era in frontman dei Police.

Chiude questa edizione “light”, giovedì 10 settembre alle 21, un’altra voce femminile toscana, quella di Titta Nesti, anche lei ospite più volte del festival. Con il progetto Muziki, la accompagnano sul palco Franco Santarnecchi alle tastiere, Ellie Young al violoncello e flauto, Pietro Borri alla batteria.

 

Info

Tutti i concerti sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti e con obbligo di indossare la mascherina.

L’accesso è da via della Cavallerizza.

Per informazioni: www.luccajazzdonna.it

 

Foto Titta Nesti ritratta da Claudia Zanardi