Festa con merenda e musica al Cro di Pietrasanta

Domenica 13 ottobre il Cro di Pietrasanta inaugura con una festa il nuovo anno sociale: alle 17,30 la “merenda di una volta” e alle 18,30 il concerto di Marco Fagioli con i Folkoinè

 

Una festa per l’inizio del nuovo anno sociale e per l’avvio della campagna di tesseramento Arci 2020: l’appuntamento al Cro di Pietrasanta è per domenica 13 ottobre.

Alle 17,30 ci sarà la “merenda di una volta”, offerta dal Cro.

A seguire, alle 18,30, il concerto di Marco Fagioli con i Folkoinè, con melodie e canti folk d’Italia, d’Europa e del mondo.

 

Il Cro di Porta a Lucca

Il Cro di Pietrasanta è un luogo storico: da più di settant’anni è ritrovo per gli abitanti, per chi è nato qui e per chi ha scelto la cittadina versiliese.

Fra le sue mura sono passate tante storie e tante persone. Manovali, operai, artigiani, spesso legati al mondo della pietra, del marmo, del bronzo, del mosaico, si sono fermati qui per una pausa, una chiacchiera, una discussione di politica, accanto a professionisti e ad artisti.

In un contesto molto cambiato, il Cro mantiene la sua vocazione di autenticità, ostinatamente perseguita dalla nuova gestione, iniziata un anno fa da Giovanni Panconi. Che punta su genuinità della cucina, prezzi ragionevoli, ambiente accogliente ma non stucchevole, scelte culturali ponderate ma adatte a tutti.

Accanto al bancone senza orpelli e ai tavoli di marmo, le foto storiche del circolo e il suo pianoforte, i vecchi quadri e i segni che gli artisti di passaggio lasciano sulla “parete del Cro” o espongono per un po’ sulla mensola-galleria o in giro per la sala. La piccola, preziosa biblioteca è uno spazio dove leggere studiare, lavorare durante il giorno e che la sera, spesso, si trasforma in “camerino” per gli artisti che si esibiranno in sala.

Tanti gli eventi proposti dal Cro nella passata stagione: serate di musica, teatro e performance, reading, presentazioni di libri e conferenze, mostre d’arte e sessioni di disegno dal vero, corsi, cene a tema e serate di festa.

Oggi c’è anche il “vino del Cro”, biodinamico, prodotto dalla fattoria Valle del sole, con l’etichetta d’artista creata dal pittore e assiduo frequentatore Tano Pisano, anche se in cantina non manca la possibilità di scegliere fra altri vini importanti.

La cucina del Cro è stata premiata anche dall’inclusione nella guida Mare della Toscana, uscito con la collana Guide ai sapori e ai piaceri di Repubblica.