Forte dei Marmi, tra gospel e arte continua il “Natale da Favola”

natale-forte-dei-marmi

Continua anche dopo il 25 dicembre “Un Natale da Favola”, la manifestazione che anima il centro di Forte dei Marmi durante le feste di fine anno con tante iniziative dedicate a grandi e bambini, legate dal filo conduttore di quest’anno, la favola dello Schiaccianoci.

Il Fortino delle Favole, con i laboratori creativi, i più bei film d’animazione del Natale, e l’installazione Mattoncini nel Fortino è aperto fino al 30 dicembre e dal 1° al 6 gennaio, dalle 10,30 alle 19,30 (il 25 dicembre e il 1° gennaio dalle 16 alle 19).

L’ingresso al Fortino delle Favole è gratuito, mentre per visitare Mattoncini nel Fortino è previsto un biglietto di ingresso di 3,50 per i bambini e 5,50 per gli adulti.

Nella Pineta Tarabella c’è il Villaggio da Favola, con la pista di pattinaggio sul ghiaccio e l’angolo dei dolci. Dal 26 al 30 dicembre e dal 1° al 5 gennaio, l’orario è prolungato, dalle 10,30 a mezzanotte. Il 31 dicembre e il 6 gennaio, il Villaggio sarà aperto dalle 10,30 alle 19,30.

In piazza Marconi è allestita la Pineta dello Schiaccianoci. Fino a mercoledì 1° gennaio e da sabato 4 a lunedì 6 gennaio, dalle 17 in poi, sarà possibile assistere allo spettacolo delle improvvise nevicate accompagnate da musica, giochi di luce e narrazioni dello Schiaccianoci.

 

Domenica 29, il coro gospel

Nel pomeriggio di domenica 29 dicembre, in piazza Garibaldi, alle 17, torna un classico appuntamento natalizio, il concerto gospel. The Joyful Gospel Ensemble si esibirà in un repertorio che ripercorre la tradizione Spiritual fino a giungere al Contemporany Gospel, con ballate struggenti e solenni alternate a brani ritmici.

Non mancheranno “incursioni” artistiche in altri ambiti musicali molto coinvolgenti, con brani di Michael Jackson, dei Beatles, di Elton John e dei Coldplay.

Diretto da Riccardo Pagni, l’ensemble celebra i grandi nomi del Gospel, come Hezekiah Walker, William McDowell, Larry Trotter, Richard Smallwood, Ron Kenoly, con un omaggio particolare ai Brooklyn Tabernacle Choir.

Le mostre

Proseguono intanto le mostre.

Fino al 1° marzo 2020 a Villa Bertelli si potrà ammirare Burri, Morandi e altri amici: la passione per l’arte di Leone Piccioni. Arte e letteratura si uniscono attraverso una raccolta di 108 opere realizzate dai più noti artisti italiani e internazionali. In mostra anche i ricordi della prestigiosa carriera di Piccioni e del legame che lo ha unito ad ogni singolo autore in esposizione.

L’esposizione è aperta il sabato e la domenica dalle 16 alle 19. Nelle altre giornate, apertura infrasettimanale su richiesta (telefonare al numero 0584 78725). L’ingresso è a pagamento (biglietto 8 euro, ridotto 5 euro).

Fino al 7 gennaio, al Museo Ugo Guidi in via Civitali, prosegue la mostra E il verbo si fece umanità di Abramo Cantiello, pittore ed incisore. Visite su appuntamento (tel. 348 3020538, email museougoguidi@gmail.com).