Fotografia: Luca Gilli a Pietrasanta

Si inaugura sabato 6 luglio, da Kyro Art Gallery, la mostra “La luce dell’Altissimo”, del fotografo Luca Gilli

 

Sono state realizzate in una cava di marmo, a Seravezza, le immagini che compongono la mostra La luce dell’Altissimo, personale del fotografo emiliano Luca Gilli, che sarà inaugurata sabato 6 alla Kyro Art Gallery di Pietrasanta (ore 19).

Gilli ha esplorato, appositamente per questa occasione, la cava di marmo Cervaiole di Henraux sul monte Altissimo.

E ha composto un racconto visivo in cui la dimensione reale e tangibile dell’ambiente di lavoro, aspro e duro, si smaterializza in un insieme di apparizioni metafisiche.

Senza alterare nulla di quanto si trova davanti all’obiettivo e senza interventi “artificiali” sull’immagine, Gilli riesce a ricavare visioni immaginifiche che trascendono la verità propria della realtà. La luce chiarifica, esalta, sottolinea, definisce dettagli e ne allontana altri.

Le ferite della montagna, le superfici grezze della pietra, i volumi geometrici dei blocchi, i colori naturali della roccia, le complesse forme dei macchinari, la presenza umana solo accennata o semplicemente suggerita sono i referenti visivi che Gilli tocca in questi lavori.

 

Luca Gilli

Nato nel 1965, vive e lavora a Cavriago (Reggio Emilia, Italia). Dopo la laurea in Scienze naturali, per diversi anni ha svolto attività di ricerca per l’Università di Parma in campo zoologico ed ecologico, per poi dedicarsi completamente alla fotografia e alla grafica.

 

Info

Cosa: La luce dell’Altissimo, di Luca Gilli
Dove: Kyro Art Gallery, via Barsanti 27, Pietrasanta
Quando: dal 6 luglio al 6 agosto
Inaugurazione sabato 6 luglio ore 19
Per informazioni www.kyroartgallery.com e info@kyroartgallery.com