Francesco Recami e la sua “commedia nera” al Lettera 22 di Viareggio

Sabato 29 settembre è a Viareggio, al Lettera 22, lo scrittore fiorentino Francesco Recami con l’ultimo libro edito da Sellerio – “La Clinica di Riposo e Pace – commedia nera n°2”

 

Sabato 29 settembre alle 18, il caffé Lettera 22 a Viareggio ospita un incontro – da non mancare – con lo scrittore fiorentino Francesco Recami per un racconto sul suo ultimo libro, edito da Sellerio, “La Clinica di Riposo & pace- Commedia nera n°2″.

Francesco Recami con la casa editrice Sellerio ha pubblicato numerosi romanzi tra cui L’errore di Platini (2006, 2017), Il superstizioso (2008) che è stato finalista al Premio Campiello, Il ragazzo che leggeva Maigret (2009), Prenditi cura di me (2010)  vincitore del Premio Castiglioncello e  del Premio Capalbio, La casa di ringhiera (2011),  Morte di un ex tappezziere (2016), Commedia nera n. 1 (2017), Sei storie della casa di ringhiera (2017) fino all’ultima opera che viene presentata al Lettera 22.

Con la serie «Commedia nera» (pezzi di teatro narrato, che si svolgono in un solo luogo), Francesco Recami prende a bersaglio della sua comicità i paradossi sociali più evidenti e più fastidiosi dell’epoca. Secondo lui, il ghigno e la risata raggiungono l’amaro esistenziale del nostro essere sociale meglio di ogni retorica drammatica. E l’effetto di «ridere piangendo» che danno le sue pagine sembra dargli ragione.

La clinica Riposo & Pace sorge in un luogo ameno su ridenti colline, dove è tutto un cinguettar di uccellini su prati tosati a dovere, gli edifici lindi e luminosi, il personale amabile. Proprio in fondo al parco si intravede un padiglione un po’ appartato; è lì che Riposo & Pace si trasforma in stress e conflitto, una vera e propria lotta per la sopravvivenza.

Alfio Pallini viene portato con la forza e con l’inganno nella villa dagli affezionati nipoti, ridotto all’impotenza si accorge ben presto dove sia capitato, sedazioni su sedazioni, personale robusto e convincente, legacci e sbarre.

Una parodia fantastica e feroce, che mette alla berlina la medicalizzazione del disagio quotidiano, l’ipocrita rivalutazione dei valori dell’essere anziani, la buona morte, i falsi affetti familiari, è uno dei momenti di un progetto narrativo più vasto.

 

Cosa: Francesco Recami 

Quando: sabato 29 settembre ore 18

Dove: Caffè Lettera 22, via Mazzini 84/86 Viareggio

ingresso libero