Il Carnevale di Viareggio fra arte e shopping

Non solo carri mascherati: per tutto il mese di febbraio Viareggio festeggia il Carnevale con mostre, super sconti nei negozi, musica e feste

 

Mostre d’arte, omaggi a grandi personaggi, shopping, musica, feste… I corsi dei carri mascherati sono il cuore della festa di Carnevale, ma quello che inizia il 1° febbraio a Viareggio è un mese intero dedicato alla fantasia, alla creatività e al divertimento.

Sei i corsi mascherati che si susseguiranno sul Lungomare: oltre a quello del 1° febbraio, gli appuntamenti sono domenica 9, sabato 15, giovedì 20 (giovedì grasso, in notturna, con i fuochi d’artificio), domenica 23 e martedì 25 febbraio quando, con la premiazione e un nuovo spettacolo di fuochi artificiale, si chiuderà il Carnevale 2020.

 

L’arte

Gli eventi legati al Carnevale in città sono iniziati però con anticipo. Le vie e le piazze ospitano da alcuni giorni gli enormi teschi della Skull parade: 20 opere, realizzate da artisti e maestri del Carnevale, ispirati alla tradizione messicana.

Da venerdì 31 gennaio, poi, la Galleria di arte moderna e contemporanea Gamc ospita la mostra Festa. Enrico Coveri art collection. Una selezione delle opere collezionate dallo stilista e dalla sua famiglia, oltre ai costumi realizzati da Coveri per il Carnevale di Venezia di 35 anni fa. Nel 1985 Enrico Coveri organizzò infatti una grande festa nel capoluogo veneto, che segnò il rilancio in grande stile della manifestazione.

In mostra opere di Andy Warhol, Keith Haring, Renato Guttuso, Marco Lodola, e moltissimi altri artisti, italiani e internazionali.

Sempre alla Gamc, dal 16 febbraio, si potrà visitare un’altra collezione legata al Carnevale. Al piano terra del palazzo delle Muse si inaugura infatti un nuovo spazio espositivo, dedicato alle opere del Premio Carnevalotto che, dal 1987 al 2018, è stato un ideale omaggio degli artisti ai carri del Carnevale.

Sono 28 le opere che altrettanti grandi artisti hanno ceduto, nel corso di quasi 30 anni, alla Fondazione Carnevale. Tra le firme, quelle di Giò Pomodoro, Pietro Cascella, Piero Dorazio, Gianni Dova, Emilio Tadini, Bruno Ceccobelli, Igor Mitoraj, Arnaldo Pomodoro, Ugo Nespolo, Antonio Possenti, Giosetta Fioroni e Medath Shafik.

 

Gli sconti

Qui + saldi x Carnevale: è lo slogan che campeggia sulle vetrine dei negozi che, in passeggiata e in centro, hanno aderito alla nuova iniziativa lanciata da Fondazione Carnevale e associazioni dei commercianti.

Chi ha il biglietto del Carnevale potrà ottenere sconti extra nei negozi che espongono la vetrofania, anche sui capi già scontati per i saldi: per un Black Friday in salsa viareggina.

 

Gli omaggi

Due i grandi personaggi ai quali il Carnevale 2020 offre un omaggio. Totò, al quale è dedicata una mostra al Museo del Carnevale alla Cittadella, e Zeno Colò.

La mostra raccoglie fotografie che raccontano la vita e la carriera del grande Totò, provenienti dall’Archivio fotografico Riccardi, ma anche bozzetti e opere che nel corso degli anni tanti maestri del Carnevale hanno realizzato ispirandosi al Principe de Curtis.

Il grande sciatore toscano, che proprio 50 anni fa, ad Aspen, vinse la sua prima medaglia d’oro, sarà dedicato un incontro venerdì 14 febbraio in piazza Mazzini.

 

I premi, Burlamacco e Ondina

Sono Amanda Sandrelli, Ondina d’oro, e Sergio Staino, Burlamacco d’oro, i personaggi premiati dalla Fondazione Carnevale con i due premi legati alla manifestazione.

La premiazione si terrà domenica 16 febbraio, con un’ospite speciale: Stefania Sandrelli, madre di Amanda, che vinse il premio Ondina nel 1999.

 

La beneficienza

Come ogni anno, ciascun corso è abbinato a un’associazione benefica, che porterà il proprio messaggio di sensibilizzazione al pubblico del Carnevale.

La prima, l’1 febbraio, è il Cospe, attivo in 25 paesi emergenti che da Viareggio lancerà una nuova campagna per la difesa della foresta amazzonica e di vicinanza ai popoli della regione.

Le altre associazioni sono Informatici senza frontiere, Refugees Welcome, Fondazione Tommasino Bacciotti, Unione italiana ciechi e ipovedenti e Un raggio di luce.