Il Lucca Summer Festival 2020 non si farà

Annuncio ufficiale degli organizzatori: l’edizione 2020 del Lucca Summer Festival è cancellata. Molti concerti saranno recuperati nel 2021

 

La notizia era attesa, e da oggi è ufficiale: nel 2020 il Lucca Summer Festival non ci sarà. Lo comunica l’organizzazione, D’Alessandro & Galli in una nota.

“Come voi abbiamo seguito l’evoluzione dell’emergenza Covid-19 sperando in uno spiraglio favorevole”, spiegano. “Ma è ormai evidente, e certificato dalle decisioni delle autorità competenti, che quella che sta arrivando sarà un’estate senza concerti”.

È la prima volta nella sua storia che il Festival salta un’edizione.

Il concerto inaugurale, che avrebbe avuto come protagonista Paul McCartney il 13 giugno, non potrà essere recuperato.

Quanto agli altri, il tentativo è di recuperarli e riprogrammarli nell’edizione del 2021.

“I biglietti per i concerti che verranno recuperati”, precisano gli organizzatori, “resteranno validi per gli stessi eventi spostati al 2021”. I biglietti dei concerti cancellati saranno rimborsati “secondo la normativa vigente ovvero attraverso un voucher”, utilizzabile “nell’arco di 18 mesi non solo per gli eventi di LSF ma anche per tutti gli altri concerti organizzati da D’Alessandro e Galli”.

“Il rimborso tramite voucher è previsto dagli ultimi decreti legge adottati dal governo ed è una misura che consente a tutta la filiera della musica live di non crollare a causa di questa durissima situazione”, sottolineano.

Il cartellone del Lucca Summer Festival 2020 aveva previsto 14 date, prima dell’emergenza coronavirus e delle relative chiusure. Questo il programma che era stato annunciato:  Paul Mc Cartney (13 giugno), Nick Mason (26 giugno), Beck (27 giugno), Liam Gallagher (28 giugno), Lynyrd Skynyrd (2 luglio), John Legend (5 luglio), Anderson .Paak (7 luglio),  Ben Harper (17 luglio), Cat Stevens (18 luglio), Liam Pyne ed Elodie (19 luglio), Paolo Conte (24 luglio) e Celine Dion (25 luglio), Brunori Sas (26 luglio), Patti Smith (27 luglio).