L’arte e la vita di Canova al Musa di Pietrasanta

Venerdì 10 luglio 2020 al Musa di Pietrasanta il documentario “Canova”: vita e opere del massimo esponente della scultura neoclassica

 

Partendo da Possagno e Venezia e attraverso le principali capitali europee, Canova passa in rassegna la vita e le opere del massimo esponente del Neoclassicismo in scultura. Il documentario sarà proiettato venerdì 10 luglio (ore 18,30) al Musa di Pietrasanta.

 

Canova

Il film, realizzato nel 2018, testimonia un periodo di passaggio, quello in cui Canova ha vissuto con lo sguardo rivolto all’arte sublime dell’antichità, reinterpretata dal grande artista sotto l’influsso dell’epoca e dei grandi cambiamenti a lui contemporanei.

Il racconto per immagini realizzato con le tecniche di ripresa 8K HDR, mostra i dettagli che difficilmente si possono cogliere da un punto di vista abituale, catturando punti di vista inediti: quelli dell’artista stesso durante la realizzazione dei suoi capolavori.

L’introduzione è di Vittorio Sgarbi, presidente della Fondazione Canova di Possagno, mentre Mario Guderzo, direttore del Museo e della Gipsoteca di Possagno, racconta la vita del grande artista attraverso le sue opere.

La regia è di Francesco Invernizzi.

 

L’appuntamento al Musa

La proiezione al Musa sarà preceduta da una introduzione di Alessandro Romanini, curatore di arte contemporanea e cocente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara.

L’ingresso è libero, ma la prenotazione è obbligatoria, attraverso il sito ufficiale del Musa.

 

Info

Cosa: Canova, documentrario
Quando: venerdì 10 luglio 2020, ore 18,30
Dove: Musa, via Sant’Agostino 61, angolo Via Garibaldi, Pietrasanta
Ingresso gratuito
È obbligatoria la prenotazione su: MusaPietrasanta

 

Foto di NakNakNak da Pixabay: Amore e Psiche, di Antonio Canova, museo del Louvre