Le uscite al cinema: Downton Abbey e Salvatores

Debuttano nei cinema della Versilia l’ultimo film di Gabriele Salvatores ed Elio Germano, “uomo senza gravità”. Arriva anche “Downton Abbey”, per i tantissimi amanti della serie Tv

 

C’è tanto made in Italy nelle sale della Versilia, questa settimana. Accanto a Se mi vuoi bene, il film di Fausto Brizzi con Claudio Bisio, già in sala da qualche giorno, debuttano l’ultimo film di Gabriele Salvatores e L’uomo senza gravità, con Elio Germano.

Attesissimo dai tanti appassionati della serie Tv, arriva al cinema anche Dowton Abbey.

Per il resto, tante conferme: dal francese Il mio profilo migliore alla riedizione di Apocalypse Now e ai campioni di incassi Maleficent 2: Signora del male e, soprattutto, Joker.

Ecco come sempre la nostra rapida guida ai film della settimana.

 

Tutto il mio folle amore

Torna in sala Gabriele Salvatores, con un cast che schiera Diego Abatantuono, Valeria Golino, Claudio Santamaria e il giovanissimo Giulio Pranno, al suo debutto. Il film è liberamente tratto dal romanzo di Fulvio Ervas Se ti abbraccio non aver paura.

Vincent, 16 anni, è cresciuto con sua madre Elena e il suo compagno Mario, che lo ha adottato. Willi, che voleva fare il cantante, senza orario e senza bandiera, è il padre naturale del ragazzo e trova finalmente il coraggio di andare a conoscere quel figlio che non ha mai visto. È l’inizio di una grande avventura, che porterà padre e figlio a conoscersi e volersi bene durante un viaggio lungo le strade deserte dei Balcani. Mentre Elena e Mario, che si sono messi all’inseguimento del figlio, riusciranno a dirsi quello che, forse, non si erano mai detti.

 

L’uomo senza gravità

Elio Germano è Oscar, il protagonista di L’uomo senza gravità, una “favola contemporanea” diretta da Marco Bonfanti. Nato nella clinica di un piccolo paese, Oscar manifesta da subito la sua particolarità: fluttua nell’aria come se la forza di gravità non esistesse. Per molti anni la mamma (Michela Cescon) e la nonna (Elena Cotta) tengono nascosta la “leggerezza” da cui è afflitto Oscar. Che, una volta adulto, sceglie di rivelare il suo segreto.

 

Downton Abbey

È il 1927. Downton Abbey, straordinaria dimora nobiliare nello Yorkshire, è travolta da una notizia: il re Giorgio V e la famiglia reale sono in arrivo per una visita.

Parte da qui il film Downton Abbey, seguito della popolarissima serie Tv britannica. Sul grande schermo si rivedranno il conte di Grantham, Robert Crawley (Hugh Bonneville), Lady Mary (Michelle Dockery), e perfino i signor Carson (Jim Carter), l’impeccabile maggiordomo già in pensione. E naturalmente una straordinaria Maggie Smith nei panni di Lady Violet.

E mentre i domestici del re occupano Downton Abbey, quelli di casa si difendono, secondo il piano studiato da Anna (Joanne Froggatt) e John Bates (Brendan Coyle).

 

Maleficent 2: Signora del male

A cinque anni dal grande successo del primo Maleficient, Angelina Jolie torna a vestire i panni di Malefica, in questo sequel diretto da Joachim Rønning. Con lei sul set Michelle Pfeiffer, Elle Fanning e Juno Temple.

La principessa Aurora è cresciuta, il suo matrimonio e la sua incoronazione sono imminenti, ma la regina Ingrith riesce a risvegliare in Malefica il suo lato peggiore, mettendo a rischio la pace.

 

Apocalypse now. Final cut

Il capolavoro di Francis Ford Coppola festeggia i suoi primi 40 anni con una nuova versione, restaurata a in 4K. Apocalypse Now – Final Cut dura poco più di tre ore. Ed è, secondo lo stesso Coppola, la versione perfetta dopo quella del 1979, troppo tagliata, e la “redux”, troppo lunga.

Il film è considerato il migliore mai realizzato sulla guerra del Vietnam.

Straordinario il cast del film: Marlon Brando, Martin Sheen, Robert Duvall, Dennis Hopper.

 

Joker

Premiato con il Leone d’oro a Venezia 2019, con protagonista un Joaquin Phoenix in forte odore di Oscar, Joker schiera nel cast anche un grande Robert De Niro. La regia di Todd Phillips ritaglia un personaggio e una storia lontani anni luce da ogni altro Joker visto al cinema. L’Arthur Fleck di Phoenix è il supercattivo nemico di Batman, in una sorta di prequel. È un uomo profondamente turbato, segnato da una malattia mentale che si svela nella risata incontrollabile e dolorosa. Cabarettista fallito, si trasformerà lentamente in criminale. Murray Franklin (De Niro) è il presentatore televisivo che contribuirà al crollo psicologico del protagonista.

 

Se mi vuoi bene

Fausto Brizzi dirige Claudio Bisio che è Diego, avvocato di successo ma anche abile creatore di involontarie catastrofi. Caduto in depressione, decide di reagire aiutando i suoi cari: figlia, fratello, mamma, papà, ex moglie… A dargli manforte ci sono Massimiliano (Sergio Rubini) ed Edoardo (Flavio Insinna). Ma i risultati non sono quelli sperati.

Il mio profilo migliore

Claire (Juliette Binoche) ha 50 anni e una relazione con Ludo, un uomo più giovane di lei. Per spiarlo, crea un profilo falso su Facebook, dove si presenta come Clara, una ragazza di 24 anni. On line incontra Alex, un amico di Ludo e tra i due nasce un’attrazione virtuale. Il film di Safy Nebbou è “una storia d’amore ai tempi dei social network, un ritratto libero e non banale di una donna alle prese con una nuova e ritrovata felicità”.

 

Per conoscere in dettaglio la programmazione nelle sale della Versilia, clicca qui.

 

Nella foto, Downton Abbey