Libri, a Pietrasanta le “mani sporche” del fascismo

Sabato 13 aprile, alla Croce Verde di Pietrasanta, presentazione del libro Il fascismo dalle mani sporche, di Marco Palla e Paolo Giovannini

 

Secondo una vulgata comune, il regime fascista fu immune da corruzione e malaffare. La realtà storica è ben diversa, come documenta il libro Il fascismo dalle mani sporche (Editori Laterza), una raccolta di saggi di dieci studiosi curata dagli storici Marco Palla e Paolo Giovannini.

Il libro sarà presentato sabato 13 aprile alla Croce Verde di Pietrasanta (ore 17, ingresso libero). Partecipano all’incontro Umberto Sereni (università di Udine), uno dei curatori, Marco Palla (università di Firenze) e Giuliano Rebechi (giornalista).

I saggi affrontano i temi della corruzione e dell’affarismo che pervasero il fascismo, un regime che pretese di forgiare un ‘uomo nuovo’ e correggere i mali dello Stato liberale ma che in realtà vide estendersi il malaffare fino ai gangli centrali dello Stato.

Un vero e proprio salto di qualità nel rapporto tra politica, corruzione e affarismo che spiega il successo e le rapide fortune personali di alcuni protagonisti di quegli anni. Dal magnate dell’industria elettrica privata, Giuseppe Volpi, ad alcuni degli esponenti più importanti del regime come Costanzo Ciano, Roberto Farinacci e Carlo Scorza. Personaggi e vicende dei quali si parlerà nell’incontro di sabato.

Che è organizzato dall’Associazione culturale Rolando Cecchi Pandolfini in collaborazione con l’Anpi Versilia.

 

Cosa: presentazione di Il fascismo dalle mani sporche, con Umberto Sereni, Marco Palla e Giuliano Rebechi
Quando: sabato 13 aprile, ore 17
Dove: Croce Verde, via Capriglia 5, Pietrasanta
Ingresso libero