Libri, a Villa Argentina la vita “in prima linea” di Ornella Benetti

Mercoledì 3 aprile a Villa Argentina, Viareggio, Ornella Benetti presenta il suo libro Una vita in prima linea

 

La sua vita, il rapporto con la malattia, il suo coraggio, l’amore… c’è tutto questo in Una vita in prima linea (Giovane Holden edizioni), libro autobiografico di Ornella Benetti. L’autrice lo presenterà mercoledì 3 aprile a Villa Argentina, a Viareggio (ore 17), con Maria Teresa Landi e Luciana Tola. L’appuntamento fa parte della rassegna Di mercoledì: Scrittori e lettori sulla terrazza di Villa Argentina promossa dalla Provincia di Lucca.

 

Il libro

Alle soglie dei sessant’anni, Benetti, nata nel 1959 a Torre del Lago, narra di sé e del rapporto con la malattia che l’ha colpita giovanissima. Una malattia misteriosa all’esordio, che poi si è rivelata sempre più invadente e che, insieme a gravi errori diagnostici, ha segnato la sua vita.

Senza mai darsi per vinta, ha cercato di superare ogni volta limiti e ostacoli grazie a due doni: il coraggio e la tenacia da un lato, una meravigliosa famiglia sempre a fianco dall’altro.

Ha vissuto e vive intensamente. Ha studiato, ha lavorato, ha amato gli animali e le persone. Ha assaporato il mare e la montagna, ha viaggiato per l’Europa e oltre.

Una vita in prima linea è un testo autobiografico nel senso più autentico. E anche più doloroso. È la storia di una donna che nel mettere a nudo le ferite aperte del corpo e dello spirito lancia un messaggio di grande speranza. Perché quando sembra che la vita ci rubi qualcosa, in realtà ci sta offrendo un’occasione inattesa per uscire da noi stessi, valorizzando davvero ogni istante che ci viene donato.

 

Ornella Benetti

Assistente sociale, Benetti ha insegnato nelle scuole elementari e ha lavorato presso una società viareggina che si occupa di apparecchiature elettroniche nucleari.

 

Cosa: presentazione di Una vita in prima linea di Ornella Benetti
Dove: Villa Argentina, via Fratti angolo Via Vespucci, Viareggio
Quando: mercoledì 3 aprile, ore 17
Ingresso libero
Per informazioni: tel. 0584 1647600, e.mail musei@provincia.lucca.it