Libri, Valeria Parrella da Nina a Pietrasanta

Venerdì 17 maggio Valeria Parrella presenta il suo ultimo romanzo, Almarina, alla libreria Nina di Pietrasanta

 

L’isola-carcere di Nisida. Una donna di cinquant’anni che insegna matematica e una giovanissima detenuta. È la storia che Valeria Parrella racconta in Almarina, il suo ultimo romanzo (Einaudi).

La scrittrice lo presenterà venerdì 17 maggio alla libreria Nina di Pietrasanta (ore 18, ingresso libero).

 

Almarina

Nisida è un carcere sull’acqua. Lì Elisabetta Maiorano insegna matematica a un gruppo di giovani detenuti. Ha cinquant’anni, vive sola, e ogni giorno una guardia le apre il cancello chiudendo Napoli alle spalle. Ma in classe un giorno arriva Almarina, allora la luce cambia e illumina un nuovo orizzonte. Il labirinto inestricabile della burocrazia, i lutti inaspettati, le notti insonni, rivelano l’altra loro possibilità: essere un punto di partenza.

Il romanzo è forse una piccola storia d’amore, forse una grande lezione sulla possibilità di non fermarsi. Di espiare, dimenticare, ricominciare. “Vederli andare via è la cosa più difficile, perché: dove andranno”, dice Elisabetta. “Sono ancora così piccoli, e torneranno da dove sono venuti, e dove sono venuti è il motivo per cui stanno qui”.

 

Valeria Parrella

Nata nel 1974, napoletana, Valeria Parrella è una scrittrice, drammaturga e attivista italiana. Ha esordito nel 2003 con la raccolta di racconti Mosca più balena (2003). Tra i suoi lavori, i romanzi Lo spazio bianco (da cui Francesca Comencini ha tratto l’omonimo film), Ma quale amore ed Enciclopedia della donna. Aggiornamento.

È autrice dei testi teatrali e nel 2013 ha vinto il Premio Le Maschere del Teatro italiano come Miglior autore di novità italiana per Antigone. Scrive su Grazia e Repubblica.

 

Info

Cosa: presentazione di Almarina di Valeria Parrella
Dove: libreria Nina, via Mazzini, Pietrasanta
Quando: venerdì 17 maggio, ore 18
Ingresso libero