Lucca: riapre la Fondazione Ragghianti con Cioni Carpi e Gianni Melotti

Chiusura anticipata a venerdì 12 febbraio 2021 riapre, alla Fondazione Ragghianti di Lucca, per la mostra “L’avventura dell’arte nuova – anni 60-80”, di Cioni Carpi e Gianni Melotti

 

A causa del ritorno della Toscana nella cosiddetta zona arancione, chiude venerdì 12 febbraio, con una settimana d’anticipo rispetto al previsto, la doppia mostra “L’avventura dell’arte nuova | anni 60-80. Cioni Carpi | Gianni Melotti” alla Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca.

Le mostre, curate da Angela Madesani e da Paolo Emilio Antognoli, hanno permesso di approfondire i percorsi artistici di Cioni Carpi e di Gianni Melotti, due personalità poliedriche accomunate da una felice vena creativa. Le loro opere multiformi, realizzate con differenti materiali, consentono di ripercorrere due percorsi sfaccettati e per molti aspetti sorprendenti, che ben identificano la corrente di sperimentazione e di ricerca dell’arte italiana tra gli anni Sessanta e Ottanta del Novecento.

Le esposizioni sono visitabili fino a venerdì 12 febbraio compreso dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Naturalmente, come prescritto dalle norme, le modalità di accesso sono contingentate, o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

 

 

Info

Cosa: L’avventura dell’arte nuova – anni 60-80, di Cioni Carpi e Gianni Melotti
Dove: Fondazione Ragghianti, via San Micheletto 3, Lucca
Ingresso 3 euro
Per informazioni: email info@fondazioneragghianti.it, tel. 0583 467205

 

Immagine in alto:  Gianni Melotti FOTO FLUIDA-01 (serie di 5), 1983