Lucca: la sera magica della “Luminara” di Santa Croce

Venerdì 13 settembre appuntamento con la tradizionale Luminara a Lucca, con la processione nel centro storico rischiarato solo dai lumini

 

Appuntamento con la tradizione e la religiosità, a Lucca, con la celebrazioni della Santa Croce che hanno il loro culmine, venerdì 13 settembre, nella Luminara, la processione che attraversa le vie del centro storico, illuminato esclusivamente da centinaia di lumini.

La ricorrenza, in cui si esprime la devozione al Volto Santo, il grande crocifisso ligneo custodito nella cattedrale, è da secoli il più importante evento religioso a Lucca, dove ha spodestato il culto dei patroni ufficiali della città, san Martino e san Paolino.

 

La processione

La sera 13 settembre, ogni anno, si spengono tutte le luci artificiali nel cuore della città. A rischiarare le strade e le piazze restano soltanto i ceri della processione e i lumini posti sulle facciate dei palazzi e tra una casa e l’altra.

Quest’anno si sperimenta tuttavia un’innovazione, con i lumini a led che sostituiranno quelli tradizionali sulla facciata del Duomo, al teatro del Giglio e sulla basilica di San Frediano.

La processione parte alle 20 dalla Basilica di San Frediano, e percorre via Fillungo fino a piazza San Michele, poi arriva in piazza Napoleone e prosegue per piazza San Giovanni e piazza del Duomo. Qui, nella Cattedrale di San Martino è custodito il Volto Santo, scolpito, secondo la leggenda, dal discepolo di Cristo Nicodemo, e giunto a Lucca nell’ottavo secolo.

 

Il Mottettone

Dopo l’omaggio al Volto Santo, e una breve allocuzione dell’arcivescovo, viene eseguito il tradizionale Mottettone, una composizione polifonica corale e strumentale, composta da musicisti lucchesi.

Il Mottettone di quest’anno è Lucensis Ecclesia. Il canto sarà eseguito dal coro Santa Cecilia e dalla corale del duomo di Castelnuovo Garfagnana. Direttore e concertatore sarà Luca Bacci.