Lucca: un workshop alla scoperta di Puccini e le arti visive

Alla Fondazione Ragghianti, Isabella Ghilarducci guiderà i partecipanti, con un approccio attivo e insolito, alla mostra Per sogni e per chimere. Giacomo Puccini e le arti visive

 

Insieme per sogni e chimere…? è il titolo del workshop condotto da Isabella Ghilarducci, formatrice in apprendimento cooperativo, che si terrà alla Fondazione Ragghianti sabato 22 settembre, nell’ambito della mostra Per sogni e per chimere. Giacomo Puccini e le arti visive.

L’esposizione, che terminerà domenica 23 settembre, è dedicata all’influenza che Giacomo Puccini e la sua estetica esercitarono sulle arti in Italia tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del XX secolo. Curata da Fabio Benzi, Paolo Bolpagni, Maria Flora Giubilei e Umberto Sereni, con l’allestimento della scenografa Margherita Palli, la mostra ha riscosso grande successo di critica e di pubblico.

Il laboratorio propone un approccio attivo e insolito, per condividere le percezioni e le emozioni della visita alla mostra, proponendo ai partecipanti alcune strutture-gioco che agevolano in maniera divertente la socializzazione e fanno emergere piccoli feedback sul tema. A tal fine, durante la visita, si potrà condividere sensazioni e opinioni in modo libero, seguendo la metodologia del cooperative learning, che permette un’interazione divertente e non giudicante.

Il workshop è aperto a partecipanti di ogni età, per un massimo di 20 persone, e si svolgerà dalle 16,30 alle 17,30. Il ritrovo è alle ore 16 per chi fosse interessato a una visita preventiva e individuale dell’esposizione.

La partecipazione è gratuita (previsto il solo biglietto d’ingresso intero o ridotto alla mostra, gratuito per bambini e studenti), e gli organizzatori consigliano vivamente la prenotazione.

 

Cosa: Insieme per sogni e chimere…? Workshop condotto da Isabella Ghilarducci

Dove: Fondazione Ragghianti, via San Micheletto 3, Lucca

Quando: sabato 22 settembre, ore 16,30

Per informazioni e prenotazioni: info@fondazioneragghianti.it, tel. 0583 467205 www.fondazioneragghianti.it