Michelangelo nel XXI secolo: un convegno a Pietrasanta

Sabato 17 ottobre 2020, al Musa di Pietrasanta il convegno “Un capolavoro nell’epoca della sua riproducibilità tecnica: Michelangelo nel XXI secolo”

 

Cosa succede ad un’opera d’arte quando è esposta all’adorazione del pubblico nella sala di un museo? Basta il nome di Michelangelo a scatenare istantanea empatia tra opera e osservatore? E cosa le accade quando è duplicata all’infinito sui dispositivi individuali e in rete?

Se l’opera d’arte è lo splendido fulcro di un processo comunicativo tra persone, quale continuità ci può essere tra un uomo del XXI secolo e uno del XVI?

E tra un artista rinascimentale e uno del ’900, quale Francis Bacon?

Sono tra le domande al centro del convegno Un capolavoro nell’epoca della sua riproducibilità tecnica: Michelangelo nel XXI secolo, che si terrà sabato 17 ottobre al Musa di Pietrasanta (ore 10-12). A parlarne saranno Chiara Ulivi, storica dell’arte, Dipartimento di informatica e strategie digitali delle Gallerie degli Uffizi e Stellario Di Blasi, artista visivo e performativo. A introdurre e moderare sarà Antonella Criscuolo, giornalista ed esperta di comunicazione web.

Il convegno, ponendo al centro dell’attenzione la figura e l’opera di Michelangelo, si propone di indagare su come si sviluppa il rapporto e l’inevitabile continuità fra un artista del rinascimento e l’artista di oggi. E di come il pubblico contemporaneo viva l’approccio con l’opera, all’interno di un museo, sia nella dimensione “virtuale” del web.

Il convegno è inserito nel ciclo di incontri Sulle orme di Michelangelo: dal passato alla contemporaneità, con il supporto scientifico di Promo PA Fondazione e il patrocinio dei Comuni di Pietrasanta, Forte dei Marmi, Seravezza, Stazzema.

L’ingresso è gratuito ma è obbligatorio prenotare attraverso il sito ufficiale Musa.

 

Nella foto, il Tondo Doni di Michelangelo alle Gallerie degli Uffizi, Firenze