Ognissanti: tre giorni di fiera a Camaiore

Da venerdì 1 a domenica 3 novembre nel centro storico di Camaiore la fiera di Ognissanti, con la mostra mercato degli animali, l’artigianato, i prodotti alimentari e gli spettacoli equestri

 

Quasi 300 espositori nelle strade del centro storico, la mostra mercato degli animali e dei prodotti per l’agricoltura alla Badia, gli eventi dedicati ai cavalli in via Madonna della Pietà: torna, da venerdì 1 a domenica 3 novembre la Fiera di Ognissanti, a Camaiore.

Una tradizione popolare e antichissima: la prima edizione risale a quasi 600 anni fa, al 1441.

 

La fiera

Gli stand nelle vie del centro proporranno artigianato di qualità, prodotti alimentari, opere dell’ingegno e prodotti per la casa. Nella zona della Badia, sarà allestita la mostra mercato degli animali e dei prodotti per l’agricoltura, per la caccia e il tempo libero. Ci saranno anche una trentina di espositori di veicoli commerciali e da lavoro nella zona di via delle Muretta, via Badia e piazza Romboni.

L’associazione Il Cavallo e Noi organizza il tradizionale programma di eventi dedicati ai cavalli nell’area dedicata in via Madonna della Pietà, nei pressi della Chiesa della Badia. In dettaglio, venerdì a partire dalle 10,30 ci saranno giochi equestri, il battesimo degli asini a sella, il carosello a cavallo e la presentazione dell’associazione Gli asinieri delle Apuane. I giochi equestri tornano venerdì pomeriggio alle 15, e sabato alle 11,30 e alle 15. Sabato mattina, alle 10,30 ci sarà una dimostrazione di ferratura del cavallo con un maniscalco.

Nell’atrio di Palazzo Tori, il gruppo Giovanni Ghirlanda allestirà la 39a Rassegna Micologica.

 

La storia

Nel 1437 il castello di Camaiore fu assediato e poi occupato dall’esercito fiorentino. Per cinque anni la comunità camaiorese fu governata dal Comune di Firenze che, per assicurarsi i favori dei camaioresi, fu prodigo di concessioni. Tra queste la Fiera di Ognissanti, detta anche dei Santi Simone e Giuda, che fu istituita, per concessione del Governo Fiorentino, il 15 ottobre 1441.

Lo conferma anche lo storico Bianco di Bianco nelle sue cronache, redatte agli inizi del XVI secolo: “si concedeva di poter tenere un mercato libero da ogni gabella per la durata di 15 giorni, e due altre fiere, libere anch’esse da gabelle, una per la festa di Ognissanti e l’altra per San Marco”.

Nei secoli successivi la Fiera continuò ad essere organizzata, senza particolari interruzioni e, a oggi, può vantare un antichità di ben 578 anni.

 

Navette e viabilità

Nei giorni della fiera si potrà utilizzare un servizio navetta che seguirà il percorso: fermata Camaiore via Stadio (incrocio con via Battisti), via Stadio, via Provinciale per Viareggio, fermata rotonda dell’Amicizia, SP1 Francigena, fermata Camaiore via Stadio (incrocio con via Battisti).

Il servizio sarà attivo venerdì dalle 11,30 alle 19,30, sabato e domenica dalle 13,30 alle 19,30.

Le aree della fiera saranno interessate da provvedimenti di divieto di transito e sosta.

Sarà istituito il senso unico sulla SP1 Francigena, fra la rotonda dell’Amicizia e via Carignoni, in direzione Lucca, e sulla direttrice via Provinciale per Viareggio, via Stadio e viale Oberdan, in direzione mare.

In viale Oberdan, nei pressi della stazione di Polizia Municipale, saranno riservati posti auto ai diversamente abili.