Over the Real: a Lucca la rassegna internazionale di videoarte

“Over the real” arriva a Lucca (16, 19 e 20 aprile) nell’Auditorium Palazzo delle Esposizioni. Opere di 32 artisti per la quarta edizione del festival internazionale di video arte inserito nel programma ufficiale LFF

 

La videoarte, uno dei linguaggi più evoluti nel panorama artistico contemporaneo, è protagonista di Over the Real, rassegna inserita nel programma del Lucca Film Festival – Europa Cinema 2019 prossimamente a Lucca.

Il Festival Internazionale di Videoarte, giunto alla sua quarta edizione, si svolgerà martedì 16, venerdì 19 e sabato 20 aprile nell’Auditorium Palazzo delle Esposizioni  della Fondazione Banca del Monte di Lucca, istituzione che sostiene la manifestazione.

Over The Real, ideata e curata da Maurizio Marco Tozzi e Lino Strangis, vedrà la proiezione di opere audiovisive, molte in anteprima assoluta, di 32 artisti provenienti da Austria, Brasile, Corea del Sud, Francia, Italia, Spagna, Svezia, Ucraina e Usa.

Le selezioni sono realizzate con la collaborazione di un importante network curatoriale composto da Veronica D’Auria (C.A.R.M.A. – Roma), Alessandra Arnò (Visual Container – Milano), Gabriel Soucheyre, (Videoformes – Clermont-Ferrand, Francia).

Il Festival offre un ampio ventaglio di soluzioni formali e modalità linguistiche dedicate ad uno dei linguaggi più evolutivi dell’arte contemporanea: una storia iniziata negli anni ’60 che si è trasformata oggi in un fenomeno estremamente complesso, ma anche facilmente accessibile e quindi praticabile in contesti anche del tutto indipendenti, non soltanto nelle modalità di produzione, ma soprattutto da un punto di vista artistico, politico e sociale.

Per venerdì 19 aprile è stata organizzata una conferenza dal titolo “Anni ’70: la Videoarte fra tecnologia e trasformazioni sociali” che vedrà la partecipazione di Carlo Ansaloni, Gianni Melotti e Michele Sambin in testimonianza rispettivamente dei tre famosi centri che negli anni Settanta furono il fulcro internazionale delle prime sperimentazioni audiovisive.

Il programma

martedì 16 aprile alle 15  – presentazione e proiezione delle opere video da parte dei curatori Lino Strangis, Veronica D’Auria e Maurizio Marco Tozzi

venerdì 19 aprile alle 17 – convegno “Anni ’70: la Videoarte fra tecnologia e trasformazioni sociali”
Conferenza introdotta da Maurizio Marco Tozzi con Carlo Ansaloni (Centro Video Arte, Palazzo dei Diamanti, Ferrara), Gianni Melotti (art/tapes/22, Firenze), Michele Sambin (Centro Video Arte, Palazzo dei Diamanti, Ferrara e Galleria del Cavallino, Venezia), Alessandro Romanini (Presidente Comitato Scientifico Fondazione Ragghianti e Docente Accademia di Belle Arti di Carrara)

sabato 20 aprile alle 15 – presentazione e proiezione delle opere video a cura di Alessandra Arnò e Gabriel Soucheyre

Gli artisti e le opere

Selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D’Auria:
Piero Chiariello (Italia), Fenicotteri rosa, 2018, 4′
Silvia De Gennaro (Italia), Travel Notebooks: Beijing, China, 2014, 2’16”
Ivan Gasbarrini (Italia), Mnemosine, 2018, 8’45”
Roberto Liberati (Italia), Destinocomune, 2019, 3’10”
Alessandro Rosa (Italia), Lorem Ipsum, 2017, 3’
Lino Strangis (Italia), A growth experience, 2018, 9’49”

Selezione a cura di Maurizio Marco Tozzi:
Angelica Bergamini (Italia/Usa), Remember, 2018, 2’20
Eleonora Manca (Italia), In Search of Poetry, 2018/19, 3’06”
Apotropia (Italia), Blackhole Edge, 2019, 6’39”
Marcantonio Lunardi (Italia), Sanctuary, 2019, 7’00”
Alessandro Amaducci (Italia), The Glitch and the Fire, 2019, 6’19”
Alain Escalle (Francia), The book of the dead – Special edition, 2018, 35′

Selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò:
Debora Hirsch (Brasile/Italia) – ETIX, 2003,1’33”
Hwayong Jung (Corea del Sud) – Euphoria, 2014, 4’53”
Matteo Pasin (Italia) – Weltanschauung, The world as will to representation, 2016, 5’50”
Lucia Veronesi (Italia) – Out there, a big night of stars, 2016, 4’00”
Eleonora Roaro (Italia) – 00:00:01:00, 2016, 2’00”
Cristobal Catalan (Spagna) – Res Nullius, 2014, 3’46”
Barbara Brugola (Italia) – Loop, 2017, 8’38”
Rita Casdia (Italia) – Animal, 2016, 3’20”
Silvia Camporesi (Italia) – Secondo vento, 2010, 3’45”
Mauro Folci (Italia) – Esodo/Exodus, 2011, 1’37”
Iginio De Luca (Italia) – C6 H8 06, 2008, 2’01”

Selezione Videoformes “Future-Present-Past” a cura di Gabriel Soucheyre:
Kika Nicolela (Brasile) – Elle et la poule, 2017, 4’20
Gianluca Abbate (Italia) – Supermarket, 2018, 8′
Noemi Sjöberg (Svezia) – Shadows, 2017, 2’55
Alexander Isaenko (Ucraina) – Adieu, Corpus!, 2018, 8’07
Boris Labbé (Francia) – Orogenesis, 2016, 7’52
Maria Molina Peiró (Spagna) – Digital Trauma (And the Crystal Image), 2017, 8’09
Isabelle Arvers (Francia) – Mer Violette, 2019, Machinima, sound and color, 4’
Bob Kohn (Francia) – Horizons, 2018, 3’50
Regina Hübner (Austria) – Loving, 2016, video, ambient sound, color, real time, 6’57

 

Cosa: Over the Real, festival internazionale di video arte
Quando: martedì 16, venerdì 19 e sabato 20 aprile dalle 15
Dove: Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca, Piazza San Martino, 7
ingresso libero
Informazioni: info@overthereal.com

 

foto: frammento da Apotropia, Blackhole Edge