Photolux 2018: l’attualità raccontata dai più grandi fotografi al mondo

Dal 17 novembre al 9 dicembre, Lucca ospita il Photolux 2018. Le foto del prestigioso World Press Photo, workshop e letture portfolio, talk con grandi personalità quali Gianni Berengo Gardin,Martino Marangoni, Marcel Fortini. Omaggio a Cardoso e all’alluvione in Versilia del 1996 con la mostra “After the flood”

di redazione

Storie, ritratti, reportage, opere di artisti di fama internazionale, workshop, letture portfolio e talk aperti a tutti. Da sabato 17 novembre, Lucca ospita il Photolux 2018, in attesa del ritorno della biennale nel 2019.

Il festival dedicato alla fotografia presenta, anche nella sua versione ridotta, un programma veramente ricco di appuntamenti. “ Una finestra aperta sul mondo di oggi, raccontata dai maggiori fotografi a livello mondiale- spiega il direttore Enrico Stefanelli. –  Nelle varie mostre presenti a Lucca raccontiamo l’attualità e lo facciamo attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, con fotografi, storie, ritratti, reportage e progetti di ricerca”.

Al PhotoLux, sono esposte le foto vincitrici delle edizioni 2018 del “World Press Photo” e del “Leica Oskar Barnack Award”, due dei premi fotografici più prestigiosi al mondo.

Oltre alle mostre, poi, non manca l formazione, con workshop (in collaborazione con Canon Academy) e letture portfolio con esperti di livello internazionale, e per l’approfondimento, con le conversazioni dedicate alla fotografia e, in particolare, agli autori.

Due le sedi espositive per questa edizione in programma da sabato 17 novembre a domenica  9 dicembre: le sale monumentali di Palazzo Ducale e la Chiesa dei Servi.

World Press Photo 2018: la mostra itinerante

Oramai una delle sedi di esposizione della mostra itinerante del “World Press Photo”, il premio dedicato al fotogiornalismo più prestigioso al mondo. Per l’edizione di quest’anno sono state sottoposte alla giuria internazionale più di 73mila foto da oltre 4.500 fotografi rappresentanti di 125 paesi diversi. A vincere il primo premio assoluto, come foto dell’anno, è il venezuelano Ronaldo Schemidt dell’Agenzia France Presse, con lo scatto che ritrae un ragazzo in fuga, avvolto dalle fiamme, durante una manifestazione nel maggio del 2017 contro il presidente Nicolás Maduro, a Caracas. Tra i fotografi premiati, anche cinque italiani: Giulio Di Sturco, Luca Locatelli, Alessio Mamo, Francesco Pistilli e Fausto Podavini.

Leica Oskar Barnack Award 2018

La Chiesa dei Servi ospita la mostra con le foto vincitrici e finaliste del premio riservato a fotografi professionisti che, con il loro obbiettivo, sono riusciti a catturare ed esprimere al meglio la relazione tra uomo e ambiente. Il vincitore di quest’anno è il belga Max Pinckers con la serie di scatti intitolata “Red Ink”, dedicata a un reportage che il fotografo ha realizzato per il New Yorker sulla propaganda antiamericana in Corea del Nord. In mostra anche gli scatti di Mary Gelman, vincitrice nella categoria “Newcomer” e dei 10 finalisti del premio: Ernesto Benavides, Vanja Bucan, Turi Calafato, Daniel Chatard, Stephen Dock, Samuel Gratacap, Sthéphane Lavoué, Elsa Stubbe, Christian Werner, Kechun Zhang.

Tokyo Tsukiji” mette in mostra le foto di Nicola Tanzini, che nel corso degli ultimi due anni si è aggirato per Tokio, soffermandosi su Tsukiji, il mercato ittico più grande del mondo, oggi smantellato in attesa di trovare una nuova collocazione. In “Fantasia”, il giovane fotografo italo-marocchino Karim El Maktafi ritrae un’antica tradizione del Marocco:la “Fantasia”, anche detta gioco della polvere nera o “Tbourida”, sport tradizionale del Marocco.

Con “After the flood”, Joakim Kocjancic mette in mostra, per la prima volta, le comunità di Cardoso e dintorni, colpite duramente dall’alluvione del 1996, ritrovate 20 anni dopo il disastro e forse divenute, con il tempo, più consapevoli dei rischi ancora presenti. È sicuramente il primo lavoro sull’alluvione del 1996 senza immagini di distruzione e di ricostruzione. Non ci sono le storie di quei giorni, ma il ricordo finalmente sollevato di molti anni dopo.

 

Workshop e letture portfolio

Sabato 24 e domenica 25 novembre, workshop e letture portfolio. Guia Besana presenta il suo “Staged Photography & Fiction”, durante il quale i partecipanti esploreranno le diverse declinazioni della “mise en scene” fotografica. “Personal Stories”, (sabato 1 e domenica 2 dicembre) con Carla Kogelman al lavoro per spiegare come creare e raccontare le proprie storie attraverso la fotografia e con Simona Ghizzoni per “Documentary portraiture”, dedicato in modo particolare all’uso del ritratto nella fotografia documentaria.

Sabato 8 e domenica 9 dicembre, Paolo Verzone e Azzurra Immediato, docenti di “Cabinet Fantastique. La luce applicata al ritratto ed estetica dell’illusione fotografica”. Chiude (nello stesso weekend) Francesco Pistilli con “Instagram e social media per visual-storytellers”. ,

Le letture portfolio, coordinate da Bruno Cattani e organizzate in collaborazione con lo Spazio fotografia San Zenone di Reggio Emilia vedono impegnati 15 esperti tra cui Benedetta Donato, Barbara Silbe, Sandro Iovine, Alessia Paladini, Barbara Pietroni, Claudio Composti, Chiara Righi, due importanti nuove collaborazioni, con “Amica.it” e con il “Luz del Norte” di Città del Messico, che andranno a premiare i due migliori portfolio esibiti durante la due giorni.

Talk con grandi protagonisti e autori

Nell’auditorium di San Micheletto, sabato 24 e domenica 25 novembere e sabato 8 e domenica 9 dicembre, presentazioni di libri e approfondimenti con gli autori. Tra gli altri, saranno presenti Gianni Berengo Gardin, Settimio BenedusiNicola Tanzini, Martino Marangoni, Marcel Fortini e anche giovani talenti come Tomaso Clavarino e Ilaria Di Biagio+Pietro Vertamy.

 

Cosa: Photolux 2018

Quando: dal 17 novembre al 9 dicembre

Dove: a Lucca Palazzo Ducale (piazza Napolenone) e Chiesa dei Servi (piazza dei Servi 12)

Biglietti e orari: tutti i giorni dalle 10 alle 19.30. Ingresso 12 euro, ridotto a 10 euro per under 18, gruppi di almeno 10 persone e visitatori del Desco. Per il solo accesso a Palazzo Ducale il costo è di 10 euro mentre per la Chiesa dei Servi di 5. Ridotto a 5 euro per tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie.

Per maggiori informazioni: info@photoluxfestival.it – telefono 0583.53003

 

foto: Ronaldo Schemidt, primo premio assoluto al World Press Photo