Pietrasanta, al Musa l’arte della stamperia con Aldo Galleni

Sabato 9 novembre al Musa di Pietrasanta, nuovo incontro per il ciclo “All’ora del tè con…”: protagonista Aldo Galleni, e l’arte della stamperia e della tipografia

 

Secondo appuntamento, al Musa di Pietrasanta, per la rassegna All’ora del tè con…
Sabato 9 novembre, protagonista sarà Aldo Galleni, della stamperia Malbacco di Pietrasanta. Il ciclo di incontri, dedicato agli antichi mestieri legati al mondo dell’arte, è stato inaugurato il 5 ottobre dalla mosaicista Ursula Corsi.

Galleni racconterà storia e tecnica della sua attività, avviata nel 1970 dal padre Alvaro. L’incontro inizierà alle 16, e al termine sarà offerto un coffee-tea break, con pasticceria dolce e salata. L’ingresso è libero, ma è gradita la prenotazione sul sito Musa Pietrasanta.

 

La stamperia Malbacco

L’idea di aprire una stamperia, rivela il sito del Museo dei Bozzetti, nacque in una trattoria a Malbacco dove c’era un tornio inutilizzato. Riccardo e Marcello Tommasi pensarono che potesse essere utilizzato come torchio calcografico e convinsero l’amico Galleni ad aprire una stamperia d’arte. La prima sede era in vicolo Lavatoi, a Pietrasanta.

All’inizio il titolare era coadiuvato dal figlio maggiore Riccardo, che ora insegna tecniche dell’incisione all’Accademia di Brera a Milano. In seguito Galleni assunse due operai e dal 1972 iniziò a lavorare con lui il figlio Aldo, che nel 1978 divenne titolare. Nel 1996, dopo la morte di Alvaro, lo studio venne trasferito nel palazzo della famiglia Tommasi in via Garibaldi 38, e successivamente in via delle Iare, sempre a Pietrasanta, dove si trova tuttora.

“La stamperia d’arte utilizza la tecnica classica e sperimentale della tradizione calcografica”, si legge sul sito ArtigianArt. “Viene utilizzato il più classico torchio a stella per creare artigianalmente stampe fine-art. Si incidono lastre metalliche che possono variare dallo zinco al rame, utilizzando la tecnica desiderata: acquaforte per una resa pulita e grafica, acquatinta classica per ottenere effetti simili all’acquarello, acquatinta allo zucchero per marcare la gestualità del segno, ceramolle per un segno morbido e sgranato etc. La stampa, infine, viene realizzata su pregiate carte cotone, come ZerKal, Hahnemuehle e Magnani”.

 

Info

Cosa: All’ora del tè con Aldo Galleni
Quando: sabato 9 novembre, ore 16
Dove: Musa, via Sant’Agostino 61, angolo Via Garibaldi, Pietrasanta
Ingresso gratuito
È gradita la prenotazione su: MusaPietrasanta

 

Foto da www.artigianart.org