Pietrasanta, giovani artisti nel nome di Michelangelo

Sabato 10 novembre una conferenza chiude il workshop Michelangelo reload, svolto da dieci giovani artisti internazionali al Cav di Pietrasanta. In mostra anche domenica 11 i lavori realizzati

 

Si chiude con la tavola rotonda Arte Contemporanea tra globalismo, genius loci, creazione e produzione il workshop Michelangelo reload, che ha impegnato per una settimana dieci giovani artisti internazionali al Cav di Pietrasanta.

L’appuntamento è per sabato 10 novembre alle 17, alla sede della Fondazione Centro arti visive (via dei Frati 6).

I giovani hanno collaborato con gli artisti, gli architetti e i curatori, ma soprattutto con gli artigiani e i laboratori del territorio di Pietrasanta.

La tavola rotonda offre al pubblico l’occasione di comprendere il complesso e articolato panorama dell’arte e della cultura contemporanea dalla viva voce di alcuni dei principali protagonisti. Questi, a partire dalle 18, saranno anche gli “accompagnatori” alla mostra che i giovani artisti hanno allestito all’interno delle stanze dell’ex Convento dei Frati, sede della Fondazione.

La mostra illustra il ricco paradigma di forme e poetiche diverse che caratterizza l’ultima generazione artistica. Pittura, scultura, fotografia, disegno, video: tutte le discipline espressive sono rilette in una dinamica combinatoria nuova e sperimentale, che tiene insieme armonicamente la conoscenza dell’arte, l’eredità dalla tradizione e le innovative sperimentazioni tecnologiche e linguistiche della contemporaneità.

Tra i docenti del workshop-residenza, curato da Alessandro Romanini, gli artisti Massimiliano Pelletti, Giuseppe Donnaiola, Daniele Bacci, Aron Demetz e Michelangelo Consani, l’architetto Paolo Bertoncini Sabatini e Paolo Emilio Antognoli, storico dell’arte.

Si potrà visitare la mostra anche domenica 11, dalle 17 alle 23.